Mutui casa per i giovani, le agevolazioni e lo stop alle tasse: ecco quanto si risparmierà

ilmessaggero.it ECONOMIA

Gli under 36 che acquistano la prima casa non dovranno inoltre pagare l'imposta di registro, ipotecaria, catastale e sostitutiva vedranno dimezzati anche gli onorari notarili.

Mutuo casa giovani con la garanzia dello Stato: anticipo addio. I risparmi

8 Maggio 2021. di Jacopo Orsini. (Lettura 4 minuti). 31. 31. . Casa, per i giovani arrivano le agevolazioni per l'acquisto e per i mutui promesse dal premier Mario Draghi (ilmessaggero.it)

Su altre fonti

L’agevolazione, che sarà attivabile per tutti gli atti stipulati fino al 31 dicembre 2022, è relativa ai finanziamenti concessi ai giovani under 36 e finalizzati all’acquisto della prima casa fino a un massimo da 250 mila euro. (Calcio e Finanza)

Da qui l’accoglimento del ricorso e la cassazione della sentenza impugnata e, nel merito, l’accoglimento dell’originario ricorso proposto dal contribuente avverso l’avviso di liquidazione Pone nel nulla la precedente donazione e non comporta, infatti, alcun effetto traslativo. (Informazione Fiscale)

Gli under 36 che acquistano la prima casa non dovranno inoltre pagare l'imposta di registro, ipotecaria, catastale e sostitutiva vedranno dimezzati anche gli onorari notarili. Oltre all'accesso facilitato al Fondo di garanzia sui mutui - che. (ilmessaggero.it)

Delusione giovani mutui prima casa: solo per gli under 36 e no retroattivi. Le agevolazioni per l’acquisto della prima casa da parte dei giovani sotto i 36 anni sono inserite nel Titolo II e III della bozza del decreto Sostegni, in particolare all’art. (The Italian Times)

A questi costi si aggiunge l’imposta sostitutiva su finanziamenti, pari allo 0,25% del valore del mutuo concesso dalla banca. Secondo l’attuale formulazione della bozza, l’under 36 potrebbe ottenere l’esenzione dalle imposte, con un risparmio di 900 euro, e un credito di imposta di 6.000 euro pari all’IVA sul valore dell’immobile. (SimplyBiz - Dedicato a chi opera nel mondo del credito)

Ancora molto basso, invece, il tasso variabile: ad aprile 2021, secondo la simulazione di Facile. Quella che ha registrato la crescita più importante è Firenze, dove l’importo medio richiesto è salito del 7,0%, arrivando a 155.108 euro. (ArezzoNotizie)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr