Buoni fruttiferi postali: i più convenienti di gennaio e le alternative più ricche

iLoveTrading ECONOMIA

Con la forte inflazione che sta stangando le famiglie i Buoni fruttiferi postali sono tornati di gran moda.

Leggi anche: Allarme inflazione: come difendersi dai nuovi trucchi del supermercato. Parliamo sempre di strumenti emessi comunque sia dallo Stato

Ma i buoni fruttiferi postali sono veramente tanti.

Il motivo è assai semplice: il denaro investito nei buoni fruttiferi postali è garantito dallo Stato e di conseguenza l’utente si sente molto più sereno. (iLoveTrading)

Ne parlano anche altri giornali

Calcolo rendimento buoni fruttiferi postali. Sulla pagina della Cassa Depositi e Prestiti è presente un simulatore grazie al quale è possibile simulare l’investimento di un buono fruttifero postale o capire quanto vale il proprio. (InvestireOggi.it)

A scadenza, il rendimento lordo annuo è pari allo 0,75%. Tra i prodotti d’investimento che andranno per la maggiore anche nel nuovo anno ci sono sicuramente i buoni fruttiferi postali (BFP). (Proiezioni di Borsa)

Proprio in tale ambito, pertanto, interesserà sapere che grazie a Poste Italiane è possibile far fruttare il proprio denaro, ottenendo tassi di interesse più alti. Questo è possibile grazie all’offerta Supersmart 360 giorni di Poste Italiane, che permette di ottenere, come già detto, degli interessi più alti, ovvero pari allo 0,40%, rispetto al rendimento annuo lordo del libretto che è invece pari allo 0,001% (ContoCorrenteOnline.it)

L’offerta Supersmart di Poste Italiane è quella che si può attivare sul proprio libretto Smart e dà la possibilità di avere interessi più alti rispetto a quelli standard. Come funziona l’offerta Supersmart di Poste Italiane. (InvestireOggi.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr