Auto elettriche, a rischio mezzo milione di posti di lavoro

Tom's Hardware ECONOMIA

Contestualmente, l’associazione europea della componentistica auto calcola la creazione di 226.000 nuovi posti di lavoro per la produzione di componenti fondamentali per la realizzazione di auto elettriche.

Tuttavia, secondo uno studio commissionato dall’associazione Platform for Electromobility il bilancio tra posti di lavoro persi e nuovi posti di lavoro sarà neutro anche con la transizione all’elettrico, con un mantenimento del numero di lavoratori nel settore auto dal 2020 al 2030

Il lancio dell’Automotive Skills Alliance mira difatti a supportare sia le iniziative nazionali che regionali al fine di riqualificare i lavoratori del settore auto. (Tom's Hardware)

Su altri media

Si moltiplicano gli appelli che provengono dal settore automobilistico per mettere in guardia sulla perdita dei posti di lavoro che la transizione verso l’auto elettrica potrebbe provocare. Lo studio identifica i rischi e le opportunità in sette importanti Paesi produttori di componenti automobilistici: Germania, Spagna, Francia, Italia, Repubblica Ceca, Polonia e Romania. (AlVolante)

Un approccio simile a questo proposto da CLEPA riuscirebbe a garantire uno sgravio in termini di emissioni, ma allo stesso tempo anche il mantenimento dei livelli occupazionali. L’ultimo grido d’allarme, in termini cronologici, arriva dalla CLEPA che ha commissionato uno studio dedicato alla società di consulenza PwC. (ClubAlfa.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr