Il ladro seriale di Mestre incastrato di nuovo grazie alle impronte digitali

Il ladro seriale di Mestre incastrato di nuovo grazie alle impronte digitali
VeneziaToday INTERNO

Alla lista si aggiunge, ora, il parrucchiere di Trivignano

Nella seconda metà del 2020 aveva messo a segno numerosi furti tra Mestre e l'hinterland, diventando il "terrore" delle piccole attività commerciali.

In queste ore sono arrivati i risultati di un'analisi che inchioda Stafa anche per un ulteriore furto avvenuto in un salone di parrucchiere di Trivignano.

I carabinieri lo avevano individuato e arrestato a marzo 2021: il ladro seriale era Gezim Stafa, classe 1999 senza fissa dimora, e il giudice ne aveva disposto la custodia in carcere. (VeneziaToday)

La notizia riportata su altri media

La lite nelle Poste ancora senza una ragione. Siamo al Centro di Recapito di Poste Italiane, Via Torino a Mestre. Brandito un taglierino dell’ufficio a mo’ di coltello, uno dei due contendenti avrebbe inferto quattro violenti colpi alla vittima, due all’addome e due al collo. (CheNews.it)

Il ferito, un italiano di 38 anni, è stato soccorso da altre persone presenti e poi dal personale del 118, arrivato sul posto con l'ambulanza. L'aggressore nel frattempo è stato bloccato dalla polizia (VeneziaToday)

Mestre, in coda al market della solidarietà tra i lavoratori espulsi dal turismo

ella giornata di ieri, martedì 8 giugno, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Mestre hanno concluso un’attività d’indagine, iniziata nel 2020 e sviluppata nel corso del corrente anno, con un'altra denuncia di un soggetto di nazionalità albanese sospettato di essere l’autore seriale di furti ai danni di abitazioni ed esercizi commerciali. (ilgazzettino.it)

Il supermercato della solidarietà in cui si vede anche il reparto della frutta e della verdura (foto Pòrcile). MESTRE. Sono rimasti senza lavoro, senza stipendio e senza ammortizzatori sociali (La Nuova Venezia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr