Ancora un’intimidazione ad un parroco del Vibonese: candeggina nel vino della messa (NOME-FOTO)

Zoom24.it INTERNO

Azione gravissima nel Vibonese. Ancora una volta nel mirino il parroco di Pannaconi di Cessaniti, don Felice Palamara. Durante la celebrazione della messa, oggi pomeriggio, il sacerdote al momento della comunione si è accorto che nelle ampolle dell’acqua e del vino era stata versata della candeggina. Un rischio evidente. In particolare per il parroco che soffre di asma ed è cardiopatico. Sicuramente era lui il “destinatario” del gravissimo gesto, visto che è lui che celebra la messa pomeridiana. (Zoom24.it)

Ne parlano anche altre fonti

Don Felice Palamara durante una celebrazione (Avvenire)

Dopo l’auto rigata circa dieci giorni fa e la conseguente ondata di solidarietà giunta da più parti, lo stesso parroco… (Il Vibonese)

Prima della celebrazione della messa nella chiesa di San Nicola di Pannaconi, frazione di Cessaniti, nel Vibonese, celebrata da don Felice Battaglia, qualcuno ha versato nelle ampolline dell'acqua e del vino della candeggina (L'Unione Sarda.it)

Una lettera anonima contenente insulti e minacce è stata fatta recapitare a Pannaconi, frazione di Cessaniti, in provincia di Vibo Valentia, a Romina Candela, operatrice culturale e presidente dell'associazione Crisalide. (Gazzetta di Parma)

Minuti per la lettura Nuova intimidazione ad un prete nel Vibonese, don Felice Palamara scopre candeggina nell’acqua e nel vino della messa (Quotidiano del Sud)

Il “caso Cessaniti”, ormai è sotto i riflettori. Il clima è diventato teso, davanti al susseguirsi di lettere minatorie atte a seminare inquietudine e paura, alimentando sospetto, diffidenza e allarme. (Gazzetta del Sud - Edizione Catanzaro, Crotone, Vibo)