Usa, il “killer del Golden State” si dichiara colpevole di 13 omicidi e stupri: così ottiene…

Il Fatto Quotidiano Il Fatto Quotidiano (Esteri)

Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.

Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico.

Per questo ti chiedo di sostenerci, con un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana.

La notizia riportata su altri media

Si è dichiarato colpevole di 13 omicidi Joseph James DeAngelo, "il killer del Golden State" che ha terrorizzato la California per oltre 20 anni anche con stupri e rapine. Gli vengono attributi un centinaio di brutali omicidi e 50 stupri commessi tra il 1975 e il 1986. (la Repubblica)

Il killer del Golden State faceva irruzione nelle abitazioni delle sue vittime di notte, a volte quando la casa era vuota. Joseph James DeAngelo Jr., il ‘killer del Golden State’, l’ex poliziotto, 74 anni, che ha scatenato il terrore negli Stati Uniti tra gli anni 70 e 80, si è dichiarato colpevole di 13 omicidi durante l’udienza di lunedì 29 giugno al tribunale di Sacramento (California) (Fanpage.it)

Spesso aggrediva donne single quando dormivano o altre donne mentre stavano facendo sesso con il compagno, legandole e poi violentandole di fronte al loro partner. (Corriere della Sera)

L’ex veterano della guerra in Vietnam è apparso in tribunale sulla sedia a rotelle e con la tuta arancione. Ad incastrarlo è stato il Dna sulla scena dei crimini. (L'HuffPost)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr