Salvini: "Fedez? No ai comizi di sinistra al Concertone". Il rapper: "Vado gratis, mi esprimerò liberamente"

Salvini: Fedez? No ai comizi di sinistra al Concertone. Il rapper: Vado gratis, mi esprimerò liberamente
L'HuffPost CULTURA E SPETTACOLO

Il rapper sostiene apertamente il ddl Zan, osteggiato dalla Lega.

Viale Mazzini ha ancora qualche ora per rimediare, dopodiché la Lega si muoverà in tutte le sedi competenti.

Ovviamente da persona libera mi assumo tutte le responsabilità e le conseguenze di ciò che dico e faccio”

Il leader della Lega, nello specifico, aveva dichiarato: “Il “concertone” costa circa 500.000 euro agli italiani, a tutti gli italiani, quindi i comizi “de sinistra” sarebbero fuori luogo”. (L'HuffPost)

Su altre testate

Immediata la replica di Salvini, che su Facebook scrive "Adoro la libertà" e rinnova l'invito a Fedez "a bere un caffè per parlare di libertà e di diritti". Посмотреть эту публикацию в Instagram Публикация от Massimiliano Longo (@massyallmusicitalia). (Sputnik Italia)

Ognuno può amare chi vuole, come vuole, quanto vuole. "Reinvito Fedez a bere un caffè, tranquilli, per parlare di libertà e di diritti (Adnkronos)

"Io il tavolo lo uso al Parco Sempione per fare il pic nic. Lo uso per il pic nic". Comunali a Milano, La Russa: "Albertini ottimo nome, ma Berlusconi vuole Lupi". (La Repubblica)

Salvini se ne faccia una ragione: il concertone è una cosa di sinistra

Fedez, nell’intervento al Concertone, vuole raccontare anche cos’è che impegna tanto il Senato da non poter discutere – come ha sostenuto il leghista Ostellari – il ddl Zan. Leggi Anche Ddl Zan, via libera alla calendarizzazione (ma non si sa quando). (Il Fatto Quotidiano)

Il primo maggio è sempre stata festa di liberazione, di diritti, dei garantiti e soprattutto dei non garantiti, di sentimenti forti, di partenze e ripartenze, di comunità. Il primo maggio è la festa del lavoro. (L'HuffPost)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr