Ue: stop alla vendita di autoveicoli a carburanti fossili dal 2035 e tetti più bassi alle emissioni di CO2

la Repubblica ECONOMIA

Ridurre del 55% le emissioni di CO2 delle automobili e del 50% quelle dei furgoni entro il 2030.

“Questo regolamento incoraggia la produzione di veicoli a zero e basse emissioni” è stato il commento di Huitema.

Senza di questo, l’Europa potrebbe non vendere abbastanza auto a emissioni zero per raggiungere i propri obiettivi al 2030”.

Questi limiti aggiornano le ultime disposizioni del Regolamento 2019/631/UE sulle emissioni degli autoveicoli costruiti dal 2021 in poi. (la Repubblica)

Se ne è parlato anche su altri media

Il prossimo step del testo appena licenziato dalla Commissione Ambiente sarà quello di passare al vaglio della plenaria del Parlamento Europeo, il mese prossimo. (Il Fatto Quotidiano)

Tra i firmatari legati al mondo delle quattro ruote figura anche la statunitense Uber Tuttavia, solo la Ford Europe e la Volvo hanno aderito all’appello, insieme a multinazionali come Iberdrola, Sanofi, Zurich, Unilever, Novo Nordisk, Sap, Tesco o Vattenfall. (Quattroruote)

In Europa si è formato un gruppo di 28 aziende, tra cui troviamo Ford e Volvo, che ha chiesto all’Unione Europea di imporre limiti temporali ben precisi per lo stop alla vendita di auto e veicoli commerciali endotermici: l’appello delle aziende indica il 2035 come anno di totale passaggio alla vendita di veicoli elettrici, imponendo al contempo delle norme obbligatorie per le infrastrutture di ricarica. (Tom's Hardware Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr