Libano, scontri a Beirut: usati anche kalashnikov e granate. Le immagini della guerriglia in strada –…

Libano, scontri a Beirut: usati anche kalashnikov e granate. Le immagini della guerriglia in strada –…
Il Fatto Quotidiano ESTERI

La protesta è stata organizzata dai sostenitori del gruppo militante sciita Hezbollah e del suo alleato, il movimento sciita Amal.

Gli scontri sono nati contro il giudice principale che si occupa delle indagini sulla devastante esplosione del 4 agosto 2020 al porto della città, Tarek Bitar.

Fumo visibile dai palazzi, persone nascoste dietro ai cassonetti, pronte a sparare.

Entrambi vogliono che al giudice Bitar venga revocata l’indagine

Sono le scene di guerriglia che in queste ore stanno interessando Beirut, in Libano (Il Fatto Quotidiano)

La notizia riportata su altri giornali

(LaPresse) Sono cinque le persone rimaste uccise a Beirut negli scontri nell'ambito delle proteste contro il giudice principale che si occupa delle indagini sulla devastante esplosione del 4 agosto 2020 al porto della città, Tarek Bitar. (Corriere TV)

I manifestanti si stavano raggruppando nei pressi del Palazzo di Giustizia quando sono stati segnalati i primi spari. Ascolta la versione audio di questo articolo. 2' di lettura. Beirut di nuovo teatro di scontri. (Il Sole 24 ORE)

Tra mitragliatrici e lanciarazzi, a Beirut ha avuto luogo nelle scorse ore una vera e propria guerriglia urbana, il cui bilancio attuale - di 6 morti e 30 feriti - potrebbe peggiorare ulteriormente. Il tutto è degenerato questa mattina, con i primi colpi esplosi durante una manifestazione davanti al Palazzo di giustizia a Beirut. (Ticinonline)

Libano, guerriglia a Beirut: spari, lancio di granate e Rpg davanti al Palazzo di Giustizia tra esercito e…

Centina di persone si erano radunate in strada quando qualcuno ha iniziato a sparare scatenando l’inferno. Beirut, strage alla manifestazione: raffiche di mitra, almeno 6 morti e decine di feriti La protesta è sfociata nel sangue oggi a Beirut, in Libano, dove si è assistito a vere e proprie scene di guerra tra raffiche di mitra, scambi di colpi, gente in fuga e cadaveri a terra insanguinati. (Fanpage.it)

Secondo i due partiti sciiti, vicini all’Iran e al governo siriano, “l’aggressione ha lo scopo di spingere appositamente il Paese verso la sedizione su base religiosa“. In un comunicato congiunto, i due gruppi organizzatori hanno parlato anche di “cecchini non meglio identificati” che hanno aperto il fuoco contro una “manifestazione pacifica”. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr