Accusato di crimini in Cile ai tempi di Pinochet, libero dopo scadenza dei termini: lascia l’Italia e…

Accusato di crimini in Cile ai tempi di Pinochet, libero dopo scadenza dei termini: lascia l’Italia e…
Approfondimenti:
Il Fatto Quotidiano INTERNO

È tornato in Germania credendo di essere libero per scadenza della misura cautelare dell’obbligo di firma, con tanto di nulla osta da parte della polizia.

Negli anni ’70 Rehinard Doring Falkenberg era uno dei leader della Colonia Dignidad, enclave cilena di nazisti tedeschi in fuga dalla Germania.

Manel frattempo l’ordinanza gli era stata prorogata con l’arrivo della richiesta di estradizione dal Cile: era pervenuta tardi ma in tempo utile, il 19 novembre. (Il Fatto Quotidiano)

La notizia riportata su altri giornali

Nel paese sudamericano è accusato del sequestro del fotografo italo-cileno Juan Maino Canales, militante del Mapu, partito politico della sinistra cilena. A quell'ora però l'ex dirigente della Colonia Dignidad aveva già passato il confine ed era in viaggio verso casa (La Nazione)

Solo a scarcerazione avvenuta sarebbe arrivata alla Corte d’Appello di Firenze la richiesta di estradizione, ma ormai Doring era già fuori. Così, allo scadere del secondo mese di detenzione, a sorpresa, è stato scarcerato e ora è tornato in Germania (Corriere Fiorentino)

«Chiediamo che le autorità giudiziarie italiane — l’appello dei familiari — facendo uso della normativa tra i paesi dell’Unione Europea chiedano l’immediata cattura ed estradizione di Doring dalla Germania (Corriere Fiorentino)

L’accusa dei giudici: “Il torturatore di Pinochet liberato prima del termine dalla questura di Lucca”

L’uomo, che oggi ha 75 anni, è accusato di crimini di lesa umanità ed era scappato dal Cile nel 2005 quando si era aperto un processo per il sequestro e la sparizione di Elizabeth Rekas, Antonio Ormaechea e del cittadino italocileno Juan Maino. (Il Manifesto)

Falkenberg a settembre scorso viene quindi tradotto nel carcere San Giorgio di Lucca, in attesa che arrivi la richiesta di estradizione dal Cile. La famiglia di Juan Maino, il fotografo scomparso, afferma che il 19 novembre sarebbe arrivata al Ministero della giustizia italiano la richiesta di estradizione. (La Nazione)

L’accusa dei giudici: “Il torturatore di Pinochet liberato prima del termine dalla questura di Lucca” di Andrea Bulleri. Per la Corte d’appello la polizia anticipato i tempi così Rehinard Doring Falkenberg ha evitato la posisbile estradizione in Cile ed è scappato in Germania (La Repubblica Firenze.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr