Le nostalgie di troppo e l’assenza di chiarezza

Le nostalgie di troppo e l’assenza di chiarezza
Corriere della Sera INTERNO

Alla democrazia in generale, ai loro stessi partiti e agli elettori che li hanno votati senza condividere nulla di quella ideologia.

Meglio un eccesso di chiarezza, che su argomenti del genere non guasta mai

Proprio quelle nostalgie, quei germi di fascismo, sono ancora ben presenti nella nostra società.

Può sembrare ingiusto, chiedere patenti di democrazia a leader di partiti che sono lontani anni luce da pratiche violente. (Corriere della Sera)

Ne parlano anche altre testate

Le parole di Sgarbi arrivano in risposta a quelle inaccettabili di Provenzano. Sgarbi a Provenzano: “Dentro l’arco democratico ci sono tutti i partiti votati”. “Dentro l’arco democratico – osserva Sgarbi – sono inevitabilmente tutti i partiti votati in democrazia da cittadini liberi. (Il Primato Nazionale)

«Yo soy Giorgia, soy una mujer, soy una madre, soy italiana, soy cristiana». Il Pd: «Glielo spieghiamo noi». No pass a Roma, da Salvini a Meloni condanne alle violenze (Il Messaggero)

“Ieri Meloni aveva un’occasione: tagliare i ponti con il mondo vicino al neofascismo, anche in FdI Le parole di Provenzano. Ma cosa ha detto Provenzano per mandare su tutte le furie il leader di Fratelli d’Italia? (Il Primato Nazionale)

Quei fantasmi del Novecento

E poi, Giorgia Meloni, guida una forza che è per sua natura anti-sistema, perché ultima erede di quella cultura politica che la Costituzione e le istituzioni repubblicane nascono per arginare. Meloni sta da una parte, la democrazia e le istituzioni italiane dall’altra (Domani)

È prendere i fantasmi, le questioni irrisolte, e incarnarli nelle nostre paure, vomitando vecchie parole d'ordine e nuovi razzismi. Non sciogliere Forza Nuova solo per colpire la Meloni. (il Giornale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr