Olimpiadi, Tamberi campione: arriva anche l’omaggio della Curva Nord Ancona

AnconaToday SPORT

Il saltatore anconetano ha ricevuto l’ennesimo omaggio della sua città questa volta direttamente dalla Curva Nord Ancona che attraverso uno striscione si è congratulata con l’atleta dorico.

Questa la scritta apparsa e firmata dagli Ultras biancorossi: “Tamberi orgoglio di Ancona”

Nelle ultime ore è stato affisso sull’asse attrezzato uno striscione di omaggio da parte della curva biancorossa al saltatore anconetano che si è aggiudicato l’oro nel salto in alto nelle ultime Olimpiadi di Tokyo (AnconaToday)

Ne parlano anche altre fonti

Un’ossessione vera e propria, che porta l’Azzurro a dormire con l’ambito premio al collo. Gianmarco Tamberi ha conquistato la medaglia d’oro nel salto in alto a Tokyo 2020, dopo tanta fatica e altrettante sofferenze, e non vuole che nessuno gliela porti via. (Corriere TV)

«La decisione di condividere la medaglia d’oro olimpica è stata frutto di pura emozione, rispetto e amore per il mio compagno di gara. L’opportunità di condividerlo è qualcosa di cui andrò fiero per il resto della mia vita», ha scritto Barshim su Twitter, per fugare ogni dubbio. (Donna Moderna)

Ebbene sì, a Barshim e Tamberi è venuto in mente! Paradossalmente è proprio in questa domanda, alimentata da un interrogativo interdetto, che si rintraccia la risposta: “A loro è venuto in mente quello che mai era venuto in mente ad altri”. (Il Sussidiario.net)

Il giorno dopo un ospite inaspettato bussa alla sua porta, come ha raccontato lo stesso Gimbo:. Mutaz Barshim ha iniziato a bussare alla mia stanza e non voleva andare via Nella conversazione con l'addetto che gli spiega le possibilità, il qatariota chiede se sia possibile condividere la medaglia d'oro. (Fanpage)

D’accordo, tutti grandi campioni dell’atletica leggera italiana che ha trionfato alle Olimpiadi di Tokyo in programma nella capitale nipponica fino a domenica prossima. (l'Immediato)

Oggi, prima della gara, al mio team manager delle Fiamme Oro Sergio Baldo ho detto… non c’è due senza tre! L’oro di Stano: “Mi sentivo il più forte, è per Sophie”. Il marciatore campione olimpico: “La nascita di mia figlia mi ha dato una spinta in più. (Fidal)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr