Saras, Massimo Moratti dona il suo stipendio da 1,5 milioni ai dipendenti in Cig

Il Sole 24 ORE ECONOMIA

Nella raffineria Sarroch lavorano circa 1.300 dipendenti.

Attualmente i lavoratori sono in cassa integrazione due giorni al mese

Con questa lettera autografa ai dipendenti dello stabilimento Saras di Sarroch, il presidente dell’azienda di raffinazione petrolifera ha rinunciato al proprio compenso annuo, circa 1,5 milioni, per integrare lo stipendio dei dipendenti in cassa integrazione.

Mi permetto, per questo, di mettere a disposizione il mio emolumento annuo che almeno Vi consentirà di alleviare, almeno in parte, il peso della cassa integrazione. (Il Sole 24 ORE)

Se ne è parlato anche su altri media

Il presidente della Saras, Massimo Moratti, ha deciso di destinare il suo compenso annuo, pari a 1,5 milioni di euro, ai lavoratori della raffineria di Sarroch (Cagliari), ora in cassa integrazione a causa della pandemia. (La Stampa)

Dona un milione e mezzo di euro ai suoi operai: il gesto di Massimo Moratti. Massimo Moratti, noto ai più per essere stato – dopo il padre Angelo – il presidente dell’Inter, guida anche Saras, società attiva nel settore della raffinazione del petrolio e della produzione di energia elettrica. (Virgilio Notizie)

Ma Moratti, scrive SportMediaset, ha deciso di donare ai suoi dipendenti il suo intero stipendio annuale di 1,5 milioni di euro, che andranno a integrare (con circa 150 euro netti) i tre mesi di stipendio ridotto degli operai. (corriereadriatico.it)

Per compensare la riduzione degli stipendi, l’ex presidente dell’Inter verserà loro 1 milione e 500 mila euro, il suo emolumento annuale. I dipendenti non dirigenti della Saras nelle sedi di Sarroch (Cagliari), Milano e Roma sono 1.378 e sono in cassa integrazione per due giorni al mese. (Tuttosport)

Il momento, insomma, perlomeno a livello internazionale è ottimo anche grazie al lavoro di un premier, Mario Draghi, che pensa a far funzionare il governo evitando di dare retta al pollaio della politica. (Calciomercato.com)

Parla il rappresentante sindacale della Cgil nella Saras. Il sindacato della Cgil ha voluto ringraziare Massimo Moratti per il gesto nei confronti dei dipendenti della Saras, ai quali ha donato il proprio stipendio da 1,5 milioni di euro per alleviare il peso della cassa integrazione. (Fcinternews.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr