Amazon confessa: dipendenti costretti a fare pipì nelle bottiglie

Amazon confessa: dipendenti costretti a fare pipì nelle bottiglie
Il Mattino di Padova ECONOMIA

E' purtroppo vero, e non è quindi solo una leggenda, il fatto che i dipendenti di Amazon sarebbero a volte costretti a fare pipì nelle bottiglie di plastica, per non perdere tempo nelle consegne.

Il problema con gli autisti di Amazon è «di lunga data» e «riguarda tutto il settore», ha fatto sapere la società sottolineando: «Vorremmo risolvere il problema.

La società è stata quindi costretta a fare dietrofront: «Dobbiamo delle scuse a Pocan», ha detto. (Il Mattino di Padova)

Ne parlano anche altri giornali

Il problema con gli autisti di Amazon è "di lunga data" e "riguarda tutto il settore", ha fatto sapere la società sottolineando: "Vorremmo risolvere il problema. Iniziate a riconoscere le condizioni di lavoro inappropriate che avete creato per tutti i vostri dipendenti" (AGI - Agenzia Italia)

Amazon confessa: dipendenti costretti a fare pipì nelle bottiglie

Il problema con gli autisti di Amazon è «di lunga data» e «riguarda tutto il settore», ha fatto sapere la società sottolineando: «Vorremmo risolvere il problema. Lo stesso regista Ken Loach, nell'ultimo film «Sorry we missed you», aveva rivelato questo agghiacciante particolare. (La Gazzetta di Mantova)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr