Banche, Castagna: Ora non ci sono le condizioni per la fusione

TgVerona ECONOMIA

Lo afferma l'ad del gruppo Giuseppe Castagna in un'intervista al Corriere dove spiega di non aver "mai parlato con Unicredit da quando è arrivato il nuovo amministratore delegato (Andrea Orcel, ndr)", ipotesi circolata a giugno sul mercato.

Castagna specifica inoltre di non essere interessato a Mps: "Veniamo da un'operazione complicata.

Inoltre, sono cambiati gli amministratori delegati di due delle principali banche coinvolte nel possibile riassetto del credito

"Peraltro - aggiunge - Unicredit ha un dialogo in corso con un'altra banca (Mps) e pertanto non ritengo sia corretto fare alcun commento". (TgVerona)

Se ne è parlato anche su altre testate

"Peraltro, UniCredit ha un dialogo in corso con un'altra banca e pertanto non ritengo sia corretto fare alcun commento", ha puntualizzato. (Borsa Italiana)

Si è poi detto non interessato a Banca Carige. Banco BPM è già il secondo gruppo in Liguria (grazie a Banco di Chiavari e della Riviera Ligure) e una aggregazione con Carige “non sarebbe una operazione trasformativa“. (Bluerating.com)

A tenere banco è la vicenda airbag prodotti dalla giapponese Takata. Unici titoli in rialzo sul Ftse Mib i titoli Amplifon (+0,56%), Terna (+0,3%) e A2a (+0,03%) (Finanzaonline.com)

A tenere banco è la vicenda airbag prodotti dalla giapponese Takata. A fine giornata il Ftse Mib ha ceduto il 2,57% a 25.048 punti, scivolando ai minimi a quasi due mesi. (Yahoo Finanza)

L'ad spiega che in merito a possibili aggregazioni "evidentemente non ci sono ancora le condizioni. "Peraltro - aggiunge - Unicredit ha un dialogo in corso con un'altra banca (Mps) e pertanto non ritengo sia corretto fare alcun commento". (TgVerona)

Basta riprendere la stessa dichiarazione del ceo all’inizio di aprile, quando disse che la banca era pronta per una grande fusione:. “Banco BPM è pronto per una grande fusione. Sono passati quattro anni dalla fusione che ha visto nascere Banco BPM e oggi ci sentiamo pronti per valutare tutte le opzioni verso ulteriori aggregazioni”. (Finanzaonline.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr