Terza dose in Lombardia, per il via si pensa al 21 e 22 settembre

Terza dose in Lombardia, per il via si pensa al 21 e 22 settembre
L'Eco di Bergamo SALUTE

Una possibile data per la partenza c’è, oscilla tra il 21 e il 22 settembre.

I dettagli organizzativi della «macchina» regionale, da declinare poi in chiave provinciale, sono ancora in fase di ultimazione lungo una road map che ieri ha registrato due call tra i vari attori del sistema sanitario lombardo (e bergamasco) per definire ulteriori aspetti.

Quel che è certo, anche secondo le indicazioni nazionali, è che si partirà dai «fragili»: quindi, per la Bergamasca, le stime si possono basare sui quasi 35 mila «estremamente vulnerabili» (immunodepressi, malati oncologici, trapiantati, etc) che tra la primavera e fine giugno avevano ricevuto già la prima dose (la maggior parte anche la seconda, gli ultimi nel mese di luglio), a cui si affiancano quasi 29 mila disabili gravi (che secondo il piano nazionale rientravano comunque nella stessa categoria prioritaria di «fragili»)

Potrebbe essere questo il via per la somministrazione della terza dose del vaccino anti-Covid in Lombardia, dunque a strettissimo giro, ma sicuramente – giorno più, giorno meno – entro la fine del mese. (L'Eco di Bergamo)

Se ne è parlato anche su altri media

Non credo che la radicalizzazione del confronto possa portare a risultati positivi". Il richiamo però non è solo ai cittadini comuni: "Mi auguro che dalla parte della politica ci sia un'assunzione di responsabilità" ha concluso il sottosegretario alla Salute (LaVoceDiGenova.it)

La vaccinazione anti Covid-19 in relazione alla fascia dei 12-19enni è un fattore determinante, soprattutto in virtù della ripresa delle scuole in presenza. La ripresa delle lezioni e i conseguenti assembramenti anche sui mezzi di trasporto rischiano di favorire la corsa del virus. (Prima il Levante)

L’Agenzia Italiana del Farmaco ha pubblicato l’ottavo Rapporto di Farmacovigilanza sui Vaccini COVID-19. La distribuzione per tipologia degli eventi avversi non è sostanzialmente diversa da quella osservata per tutte le altre classi di età. (Tiscali Notizie)

Reazioni avverse al vaccino in Italia, tutti i numeri

Chiunque critichi le classi dirigenti che hanno guidato il paese verso la guerra, viene emarginato, recintato, visto con sospetto. Se dovesse crollare sui principi fondamentali, avremmo varcato il punto di non ritorno. (L'AntiDiplomatico)

“Cominciamo appena possibile – ha aggiunto la terza dose per le persone nelle residenze assistite, alle persone fragili e agli immunodepressi. Critica ai sindacati. (Il Caudino)

Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube. Reazioni avverse al vaccino in Italia: casi ancora sospetti. Questa reazioni avverse gravi al vaccino sono comunque ritenute in quasi tutti i casi (in particolare quelli gravi), ancora sospette. (The Wam)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr