Microsoft prova il raffreddamento a immersione per i server, come i miner di criptovalute

Microsoft prova il raffreddamento a immersione per i server, come i miner di criptovalute
EDGE9 SCIENZA E TECNOLOGIA

Microsoft sta sperimentando il raffreddamento a immersione per far operare al meglio i suoi server.

L'evoluzione dei sistemi di raffreddamento non è un vezzo, ma una necessità per tutti i player del settore cloud.

Un migliore raffreddamento potrebbe permettere a Microsoft di rivisitare il progetto dei propri server per ottenere una maggiore densità, e quindi prestazioni superiori in una data area

Fatta la debita conversione, parliamo di 50 gradi Celsius, una temperatura che l'hardware del server non fatica certo a raggiungere. (EDGE9)

Ne parlano anche altre testate

È essenzialmente una vasca da bagno. Così si può potenzialmente eliminare la necessità di consumare acqua nei data center (Punto Informatico)

Microsoft, raffreddamento a liquido per aumentare l’efficienza dei datacenterHDblog.it

Microsoft sta studiando soluzioni alternative per raffreddare i suoi datacenter in modo più efficiente, e una soluzione potrebbe arrivare dal mondo del crypto-mining: si tratta sostanzialmente di immergere i chip in un serbatoio pieno di liquido, naturalmente non conduttore di energia elettrica, realizzato appositamente da 3M, che ha una temperatura di ebollizione di appena 50 gradi centigradi. (HelpMeTech)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr