Slitta il nuovo decreto Sostegni bis, nodo sistema aiuti alle imprese

Gazzetta del Sud ECONOMIA

Il decreto sulla governance, però, dovrebbe arrivare insieme a quello sulle semplificazioni dopo la metà del mese.

Prima, la prossima settimana, l’esecutivo sarà concentrato a chiudere il decreto Sostegni.

Oltre alle cartelle esattoriali - tema che continua a fare discutere la maggioranza - è quello dei contributi a fondo perduto l’altro grosso nodo da sciogliere

Non arriverà questa settimana il nuovo decreto Sostegni bis, che deve distribuire quasi altri 40 miliardi di aiuti a famiglie e imprese ancora alle prese con la crisi innescata dalla pandemia. (Gazzetta del Sud)

La notizia riportata su altri media

Nel primo, il contributo viene erogato replicando requisiti, criteri di calcolo e modalità già previste dal primo decreto Sostegni. Oltre 14 miliardi “a favore di tutti i soggetti che hanno la partita Iva attiva alla data di entrata in vigore del presente decreto”, recita la bozza del quasi pronto decreto Sostegni bis. (Zoom24.it)

Secondo quanto riferisce TuttoLavoro24.it, a prevederlo è la bozza del Decreto Sostegni Bis che spiega altresì come il contributo sarà riconosciuto in automatico dall’Agenzia delle entrate, cioè senza dover presentare la nuova domanda, replicando i requisiti, i criteri di calcolo e le modalità già previste dal Decreto Sostegni ‘1’. (isnews)

Per il momento sono anticipazioni, il provvedimento è atteso nei prossimi giorni in consiglio dei ministri: se questa formula sarà confermata, potrà richiedere il nuovo sostegno economico parametrato all’ultimo anno di attività, sempre che abbia registrato il calo del 30% richiesto, applicando poi alla media mensile l’aliquota di riferimento per lo scaglione di fatturato annuo della sua attività (PMI.it)

In arrivo nuovi buoni spesa e aiuti economici per pagare bollette e canoni d’affitto: nel decreto Sostegni bis, in fase di definizione, sono previsti altri 500 milioni di euro, rispetto a quelli già stanziati, destinati alle famiglie in difficoltà per il 2021. (Informazione Fiscale)

Decreto Sostegni, domande contributi a fondo perduto 2021: finalmente il decreto sostegni diventa realtà. Il primo consiste nell’aver conseguito nel 2019 ricavi o compensi non superiori a 10 milioni di euro (Gazzetta del Sud)

Fondo perduto alternativo Sostegni bis: LIPE obbligatorie. La novità del fondo perduto del decreto Sostegni bis è l’introduzione del contributo alternativo, per il quale vengono prese in considerazione le perdite dal 1° aprile 2020 al 31 marzo 2021 rispetto allo stesso periodo del 2020 leggi anche Contributi a fondo perduto: come controllare il pagamento. (Money.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr