E’ arrivata l’influenza in Piemonte, il virus scoperto in un bambino di Torino. Da giovedì 14 via alle vaccinazioni

E’ arrivata l’influenza in Piemonte, il virus scoperto in un bambino di Torino. Da giovedì 14 via alle vaccinazioni
La Stampa INTERNO

Si tratta di uno dei soliti ceppi circolanti, ma quest'inverno il virus rischia di complicare la situazione dei pronto soccorso, già a corto di personale.

Il virus sta tornando. Il caso di influenza segnalato in un bambino a Torino mostra «che il virus influenzale sta per alzare la cresta.

«Nel 2019, quindi in epoca pre-Covid - ha sottolineato Cirio - in Piemonte sono state fatte circa 713 mila somministrazioni di vaccino antinfluenzale. (La Stampa)

Ne parlano anche altri giornali

Lo stesso virus, con questi primi rilevamenti, ha fatto dunque capire che quest’anno si verificherà un’ondata influenzale, prevista nei prossimi mesi, come confermato dal virologo Fabrizio Pregliasco. “Il virus influenzale sta per alzare la cresta. (Salernonotizie.it)

Il vaccino per influenza è una miscellanea delle quote più significative delle varianti degli anni precedenti più quello identificato per l'anno. A cura di Pierluigi Frattasi. In Campania sono partite la scorsa settimana le vaccinazioni contro l'influenza stagionale. (Fanpage.it)

Con l'allentamento delle restrizioni anti-Covid l'influenza potrebbe tornare a colpire in maniera più aggressiva. "È importante accelerare con i vaccini o rischiamo di avere condizioni più gravi", ha aggiunto (Tuttosport)

Come funzionerà la co-somministrazione dal vaccino anti-influenzale e anti-Covid in Piemonte

I primi sbalzi di temperatura e l'abbassamento repentino delle temperature hanno fatto già sentire il loro effetto: sono stati segnalati i primi casi di influenza a Torino e Milano. (Giornale di Sicilia)

I sindacati dei medici di famiglia- Fimmg, Snami e Smi – ricordano come l’influenza non vada sottovalutata, in quanto serio problema di sanità pubblica Presso gli hub vaccinali delle Asl continueranno invece ad essere convocati coloro che non hanno un medico di famiglia che vaccina contro il Covid presso il proprio studio. (Radiogold)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr