Covid, nel 2020 in Italia la mortalità più alta dal Dopoguerra

Covid, nel 2020 in Italia la mortalità più alta dal Dopoguerra
Livesicilia.it INTERNO

Le Regioni che riportano aumenti significativamente più alti sono Piemonte, Valle D’Aosta, Lombardia e la Provincia autonoma di Trento

Ad evidenziarlo è il rapporto Istat-Iss sull’impatto del Covid: nell’anno della pandemia sono stati registrati complessivamente 746.146 decessi, 100.526 in più, il 15,6%, rispetto alla media 2015-2019.

– Nel 2020 la mortalità in Italia è stata la più alta mai registrata dal Dopoguerra in poi. (Livesicilia.it)

Se ne è parlato anche su altri media

Rispetto all’intero anno 2020, nei primi quattro mesi del 2021 l’impatto dei decessi per Covid-19 sui decessi totali è aumentato soprattutto nelle Regioni del Centro e del Mezzogiorno. La stima del contributo dei decessi Covid-19 alla mortalità generale conferma come l’impatto sia più marcato nel genere maschile. (Farodiroma)

Poiché la distribuzione dei consumi è asimmetrica e più concentrata nei livelli medio-bassi, la maggioranza delle famiglie spende un importo inferiore al valore medio. (Il Fatto Quotidiano)

Il totale dei decessi è stato il più alto mai registrato dal secondo dopoguerra. “Nell’anno 2020 il totale dei decessi per il complesso delle cause è stato il più alto mai registrato nel nostro Paese dal secondo dopoguerra: 746.146 decessi, 100.526 decessi in più rispetto alla media 2015-2019 (15,6% di eccesso). (LaPresse)

Nel 2020 mortalità record dal secondo dopoguerra

Complessivamente dall’inizio dell’epidemia il numero di decessi è avvenuto prevalentemente tra gli uomini (56,7%) Nei primi quattro mesi del 2021, sono stati riportati 42.957decessi. (Agenpress)

Mortalità più alta tra gli uomini. La stima del contributo dei decessi per Covid-19 alla mortalità generale conferma come l’impatto sia più marcato nel genere maschile Considerando i tassi standardizzati di mortalità, quest’ultima ha registrato nel 2020 un aumento del 9% rispetto alla media del quinquennio. (L'Occhio)

Nel mese di dicembre e nei primi mesi del 2021 l’eccesso di mortalità in Italia è stato al di sotto della media europea per poi risalire leggermente nel mese di marzo 2021 Considerando le variazioni nei tassi standardizzati di mortalità, la mortalità ha registrato nel 2020 un aumento del 9%, a livello nazionale rispetto alla media del quinquennio 2015-2019. (Fortune Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr