POGBA, CHE RISCHIO!

POGBA, CHE RISCHIO!
Tutto Juve SPORT

Clicca qui, segui Massimo Pavan su twitter per interagire con Massimo sulle ultime di mercato e sulla Juve

Paul Pogba rischia, la decisione di non operarsi, tutta personale è frutto di un consulto interno con la famiglia, Entourage e persone di fiducia, ma rappresenta anche un rischio, visto che il calciatore non ha rimosso e curato il problema al menisco.

In sintesi: il rischio che il problema possa ripresentarsi e' molto alto, così come che possa giocare prima del mondiale delle partite non al 100% o molto lontano da quella percentuale. (Tutto Juve)

Ne parlano anche altri giornali

Se un giocatore va operato, si deve operare subito e non aspettare dopo i Mondiali" Magari, certe volte, meglio non andare incontro al giocatore e alle sue voglie, perché è evidente che Pogba non voglia operarsi adesso per non perdere i Mondiali per poi, forse, operarsi dopo gli stessi campionati del mondo e stare fermo qualche mese in più, poi. (ilBianconero)

Ex medico della Juventus, il professore si è soffermato sulla decisione di Paul Pogba di non operarsi al menisco esterno lesionato. Tencone: “Rischio ricaduta del 50%”. Insomma, evitando l’intervento (artroscopia o sutura), Pogba si sta prendendo un bel rischio e con lui la Juventus (JMania)

Tuttosport in prima pagina sulla scelta del giocatore juventino: "Pogba 35 giorno (forse)"

I medici, professor Sonnery Cotet in testa, glielo avevano consigliato, il “paramedico” no. O meglio il suo fisioterapista personale, da molti definito un guru, quello con l’ultima parola sul fisico del giocatore. (Calciomercato.com)

Tuttosport in prima pagina sulla scelta del giocatore juventino: "Pogba 35 giorno (forse)". vedi letture. Pogba ha deciso di non operarsi, ma il rischio ricaduta è altissimo. Dopo il consulto con il medico di Lione, il Polpo ha scelto di proseguire con le cure scongiurando l'operazione: il suo obiettivo è essere in campo l'11 settembre. (TUTTO mercato WEB)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr