Nasce Doctolib Italia

Nasce Doctolib Italia
Quotidiano Sanità SALUTE

“L’unione delle forze con Doctolib – commenta, CEO di Dottori.it – consentirà al personale sanitario e ai pazienti che oggi usano Dottori.it di beneficiare di servizi di alta qualità

Nasce Doctolib Italia. Novità nell’ambito della sanità digitale.

Nicola Brandolese sarà il nuovo CEO di Doctolib Italia.

14 OTT - Migliorare l’accesso dei cittadini all’assistenza sanitaria e aiutare i medici a ottimizzare l’organizzazione della propria attività: con questi due obiettivi nasce Doctolib Italia. (Quotidiano Sanità)

La notizia riportata su altre testate

In Italia Doctolib investirà 250 milioni di Euro, realizzerà un nuovo Tech Center a Milano e favorirà lo sviluppo dei servizi a supporto del personale sanitario. Per favorire lo sviluppo ulteriore di servizi nel contesto italiano, Doctolib ha acquisito la società Dottori. (PharmaStar)

Ad esempio, in Francia e Germania Doctolib ha ridotto le attese da 2 a 4 volte e punta a ottenere i medesimi risultati anche in Italia. I medici di base che lavorano con Doctolib risparmiano più di un’ora di tempo al giorno, così da garantire ad ogni singolo paziente più attenzione e maggiore ascolto (Tecnomedicina)

Attualmente il team di Dottori.it è formato da una trentina di persone ed è guidato dal CEO Angela Maria Avino (FIRSTonline)

Dopo il Covid arriva il software taglia code nella sanità: Doctolib investe 250 milioni in Italia

Doctolib sbarca in Italia, per investire 250 milioni di euro, realizzare un nuovo Tech Center a Milano e assumere 500 persone. I dentisti Anche tra i dentisti il livello di digitalizzazione è ancora basso, Circa il 50% usa ancora carta e penna (Corriere della Sera)

«In Francia e Germania la nostra esperienza è vasta e consolidata: serviamo 60 milioni di persone e aiutiamo oltre 300mila professionisti della sanità – spiega Brandolese - «Negli ultimi anni, Doctolib ha supportato centinaia di migliaia di studi medici e ospedali francesi e tedeschi e ha migliorato l'assistenza sanitaria per oltre 60 milioni di persone. (Il Sole 24 ORE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr