Brescia ha più morti di Bergamo: «Al Covid ogni reparto possibile»

Brescia ha più morti di Bergamo: «Al Covid ogni reparto possibile»
Corriere della Sera INTERNO

Non solo a Brescia per la verità, ma anche a Siena, Pescara, Chieti, Perugia, Bergamo, Campobasso.

La Regione ieri ha inviato il dossier Brescia al Comitato tecnico scientifico nazionale e già oggi il ministro Speranza prenderà una decisione.

Anche il sindaco di Castrezzato, paese in zona rossa da mercoledì scorso, conferma che la giunta Fontana ha deciso per la zona arancione in tutta la provincia, compreso il suo comune

Il Covid in provincia di Brescia ha mietuto un centinaio di vittime in più rispetto a Bergamo, che resta nell’immaginario collettivo il luogo simbolo del dolore, per via delle immagini delle bare trasportate dai camion dell’Esercito. (Corriere della Sera)

Ne parlano anche altre fonti

Allo stato attuale la situazione è sotto controllo in tutto il territorio regionale, tranne in provincia di Brescia. Solo in provincia di Brescia, negli ultimi giorni la media si è assestata in oltre 70 nuovi ricoveri ogni 24 ore. (BresciaToday)

Presente in Commissione III proprio per rispondere alla domande dei consiglieri regionali, Salmoiraghi ha anche precisato che la procedura completa prevede la genotipizzazione di ogni caso di persona positiva post vaccino. (BergamoNews.it)

Il picco entro la metà di marzo. E infatti, inevitabile, c'è anche il territorio bresciano tra le 25 province a rischio secondo il modello previsionale implementato dal matematico Alberto Gerli Da qui la decisione di attivare una zona arancione rinforzata, con chiusura delle scuole di ogni ordine e grado (a questo link tutti i dettagli della nuova zona, cosa si può fare e cosa no). (BresciaToday)

Lombardia, i dati delle vaccinazioni over 80 Le adesioni crescono: richieste al 70%

Presente all’inaugurazione il presidente della Regione, Nicola Zingaretti. “Da qui oggi inizia quella che possiamo chiamare una grande fabbrica della speranza”, ha detto il governatore e segretario dem: “È una bellissima Italia che si mette in moto per salvare questo Paese”, ha concluso (LaPresse)

La provincia di Brescia ha un'incidenza doppia rispetto al resto delle province lombarde. Allo stato attuale, la situazione è sotto controllo e gestibile in tutto il territorio regionale, tranne in provincia di Brescia, dove siamo di fronte alla terza ondata della pandemia a causa della variante inglese» (Brescia Oggi)

Sono infatti 508.040 i cittadini lombardi over 80 che hanno aderito alla vaccinazione, il 70% del totale: 325.541 hanno effettuato la registrazione tramite il portale, 159.561 attraverso i farmacisti e 22.938 rivolgendosi ai medici di medicina generale Intanto la campagna di vaccinazione rivolta agli anziani over 80 ha superato il mezzo milione di adesioni in meno di dieci giorni. (L'Eco di Bergamo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr