Covid, probabile richiamo per i vaccinati con il monodose Johnson

QuiComo ECONOMIA

Ma è di queste ore la notizia che è in corso un processo di revisione da parte di Fda e successivamente ci sarà certamente anche di Ema, qualora arrivassero indicazioni, come è largamente possibile, di somministrare una seconda dose: un vaccino Rna messaggero avrebbe anche il vantaggio di generare una risposta immunologica anche migliore.

Ad affermarlo è stato il presidente del Css e coordinatore Cts Franco Locatelli durante la trasmissione 'Che Tempo Che Fa' su Rai3. (QuiComo)

La notizia riportata su altri media

Terza dose, Vaia: sì a terza dose, ma troppi non vaccinati. Francesco Vaia, direttore sanitario dell‘’Istituto malattie infettive dello Spallanzani avverte: «Sono ancora troppo numerosi gli italiani che non si sono vaccinati. (ilmessaggero.it)

I lombardi in questa fascia d’età si aggiungeranno così agli over 80, agli operatori sanitari e ai pazienti fragili che già possono chiedere la terza dose tramite il sito prenotazionevaccinicovid.regione. (Corriere Milano)

Secondo Locatelli, per la seconda dose “un vaccino Rna messaggero (come Pfitzer o Moderna ndr) avrebbe anche il vantaggio di genere una risposta immunologica anche migliore". Ed "è largamente possibile", ha aggiunto, che arrivi dagli enti regolatori l'indicazione "di somministrare una seconda dose". (Yahoo Notizie)

"Il vaccino J&J è uno dei vaccini vettore adenovirale, come quello di Astrazeneca, monodose. I vaccinati con Johnson & Johnson potrebbero a breve dover fare il richiamo del vaccino anti covid. (TargatoCn.it)

Una delle cause è l'introduzione del green pass, in particolare nei luoghi di lavoro che ha aumentato il numero di tamponi eseguiti dalla popolazione. Il green pass così come è non spinge più come ci si augurava facesse (SavonaNews.it)

E in che tempi e con quale vaccino? Vaccino Johnson & Johnson e seconda dose, giusto farla? (Adnkronos)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr