Covid-19, bollettino 3 maggio: 5.948 contagiati e 256 decessi

Covid-19, bollettino 3 maggio: 5.948 contagiati e 256 decessi
Inews24 INTERNO

Sale invece quello legato ai decessi, oggi a quota 256 che è più alto rispetto ai 144 della giornata di ieri.

Il numero relativo ai nuovi contagi è in calo, pari a 5.948 persone: ieri erano 9.148.

Rispetto a ieri, cala il numero relativo ai nuovi contagi ma aumentano i morti. Covid-19, arriva il nuovo bollettino fornito direttamente dalla Protezione Civile.

Covid-19, ecco il nuovo bollettino aggiornato a livello nazionale. (Inews24)

Su altre fonti

Covid, in provincia 63 nuovi casi e 35 guariti. I nuovi positivi sono 63 su 504 tamponi processati il 30 aprile (12,5%). (Sicilia ON Press)

Il bollettino Covid della Protezione Civile e di ogni regione con i dati da tutta Italia su contagi, ricoveri e morti di oggi, lunedì 3 maggio. I dati delle regioni:. TOSCANA. Sono 570 i nuovi contagi di coronavirus in Toscana secondo i dati del bollettino di oggi, 3 maggio, anticipati dal presidente della regione Eugenio Giani su Facebook. (Adnkronos)

VALLE D'AOSTA - Sono 28 i nuovi contagi da coronavirus in Valle d'Aosta secondo il bollettino di oggi, 3 maggio. Sono 5.948 i contagi da coronavirus in Italia oggi, 3 maggio, secondo i dati delle regioni inseriti nel bollettino della Protezione Civile. (Adnkronos)

Covid Italia, oggi 5.948 contagi e 256 morti: bollettino 3 maggio

In questi giorni, fino a venerdì, si procederà quindi al completamento delle operazioni di trasferimento del punto vaccinale del don Uva presso la sede della Fiera, che verrà utilizzato sia dalle squadre vaccinali della Asl, sia dai medici di Medicina Generale per la vaccinazione dei propri assistiti estremamente vulnerabili Tant’è che nel pomeriggio – puntualizzano - la struttura verrà nuovamente riaperta e si procederà con la somministrazione delle dosi a partire dalle 15. (FoggiaToday)

Dei nuovi positivi, 8 sono asintomatici mentre i pauci sintomatici sono uno di più (9), tutti curati a domicilio. I contagi fra i giovani sono 5, un paio hanno fra i 3 ed i 5 anni, gli altri fra i 6 ed i 19 anni. (Alto Adige)

Ad oggi il governo di Tokyo ha deciso di non dare la priorità agli sportivi per la distribuzione del vaccino sul resto della popolazione. Lo rivela il quotidiano online Yomiuri Shimbun, che cita persone a conoscenza del dossier, ricordando che alcuni paesi, tra cui la Corea del Sud e gli Stati Uniti, hanno iniziato a immunizzare i propri atleti che si recheranno ai Giochi. (Il Sole 24 ORE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr