Al via il Consiglio Ue a Bruxelles, price cap sul gas e adesione Ucraina sul tavolo

Al via il Consiglio Ue a Bruxelles, price cap sul gas e adesione Ucraina sul tavolo
Finanza Repubblica INTERNO

Mosca sta via via chiudendo i rubinetti all'Europa e sta usando l'energia, come anche il grano, alla stregua di un arma di guerra contro l'Europa.

(Teleborsa) - Mario Draghi proverà a convincere gli altri Paesi Ue a fissare un tetto ai prezzi del gas.

A Georgia e Bosnia sarà data una chiara prospettiva europea, ma per lo status Bruxelles chiederà un passo in più

Oggi a Bruxelles inizia il Consiglio Ue che avrà proprio il dossier energetico al centro del tavolo insieme all'adesione di nuovi paesi al blocco europeo, a partire dall'Ucraina. (Finanza Repubblica)

Su altre testate

Il testo - del quale l'ANSA ha preso visione - nel paragrafo dei temi economici, al punto 23, vede l'aggiunta nel quale si legge che il Consiglio "nel contrasto all'uso come arma del gas da parte della Russia e richiamando le conclusioni del 31 maggio, invita la Commissione a perseguire nei suoi sforzi nell'assicurare le forniture energetiche a prezzi accessibili". (Alto Adige)

Finora il gruppo di Paesi contrari al tetto ai prezzi del gas (tra cui stati come Germania, Olanda, Lussemburgo, Belgio, Finlandia e altri) ha sempre paventato che il tetto avrebbe rischiato di compromettere il mercato. (Avvenire)

Green deal a rischio. Una recente sentenza della Corte di giustizia dell'Ue ha dichiarato che il diritto comunitario viene prima del Trattato. In totale, il segretariato del Trattato ha registrato 145 azioni legali aperte fino al 2021: i risarcimenti richiesti arrivano a circa 170 miliardi di euro. (EuropaToday)

Vertice UE: di cosa discuteranno i leader dei 27 Stati membri

“Senza offesa per nessuno, ma è evidente a tutti che Mario Draghi non è Silvio Berlusconi e Olaf Scholz non è Angela Merkel Si punta dunque sul cosiddetto “price cup”, ovvero un tetto al prezzo del gas, provvedimento sostenuto, tra gli altri, dall’Italia. (L'Unione Sarda.it)

In particolare la guerra di Putin ad est sta spingendo molti paesi ad una accelerazione verso l’UE e alle forme di protezione (economica e diplomatica per lo più) che quest’ultima può offrire A tenere banco è, come purtroppo sempre negli ultimi mesi, la guerra in Ucraina e le sue conseguenze politiche ed economiche per il continente. (Nanopress)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr