Vaccini: all'Asp di Catanzaro giacenze non sufficienti ai richiami

Vaccini: all'Asp di Catanzaro giacenze non sufficienti ai richiami
Gazzetta del Sud - Edizione Catanzaro, Crotone, Vibo SALUTE

Le dosi di vaccino anti Covid in giacenza all’Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro non sono sufficienti, allo stato, per completare il ciclo di chi ha ricevuto la prima dose.

«Richiami, tutto ciò che è in prenotazione, quello che per la medicina generale è in prenotazione come prime dosi di ultraottantenni e le seconde dosi - ha aggiunto - è assolutamente garantito come promessa.

«Non esiste una promessa non mantenuta e non esiste un appuntamento non garantito e mai esisterà». (Gazzetta del Sud - Edizione Catanzaro, Crotone, Vibo)

La notizia riportata su altri giornali

È in corso la consegna negli hub della Puglia di altre 92mila dosi di vaccino anti Covid Pfizer: la notizia è confermata da fonti regionali. Secondo i dati riportati sul sito del ministero della Salute, la Regione ha ricevuto complessivamente, dal 27 dicembre ad oggi, 889.115 vaccini. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

"Richiami, tutto ciò che è in prenotazione, quello che per la medicina generale è in prenotazione come prime dosi di ultraottantenni e le seconde dosi - ha aggiunto - è assolutamente garantito come promessa. (Il Lametino)

Le dosi di vaccino anti Covid in giacenza all’Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro non sono sufficienti, allo stato, per completare il ciclo di chi ha ricevuto la prima dose. A prescindere dalla scorta teorica, nessuno ha una scorta al 50%” (CatanzaroInforma)

Vaccini arrivano le forniture, il Veneto può respirare: 150mila dosi a settimana

Caos e lunghe file nel pomeriggio di ieri nell’hub vaccinale della Mostra d’Oltremare di Napoli . Al momento dell’iniezione, come ha spiegato il direttore della Asl, Ciro Verdoliva, in molti hanno rifiutato di ricevere il vaccino AstraZeneca , chiedendo quello prodotto dalla Pfizer . (Il Fatto Quotidiano)

“La persona che entra cerca di convincerci di avere le patologie che gli impongono di avere il vaccino Pfizer. In molti hanno rifiutato il vaccino cercando di convincere i sanitari a somministrare il siero Pfizer-BioNTech, soprattutto. (Il Riformista)

Sono 125mila dosi e saranno le uniche per tutta la settimana perché da Moderna e da AstraZeneca, dopo le consegne di sabato scorso, da qui a domenica non giungerà neanche una goccia. Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati (Il Gazzettino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr