Modello 730 precompilato, cambiano i controlli sui dati modificati: le novità nel DL Fiscale 2022

Informazione Fiscale ECONOMIA

Le novità sono contenute negli emendamenti al Decreto Fiscale 2022 approvati dalle Commissioni Finanze e Lavoro del Senato.

Modello 730 precompilato, controlli formali solo sui dati modificati trasmessi da soggetti terzi.

Modello 730 precompilato, cambiano i controlli sui dati modificati: le novità nel DL Fiscale 2022. Emerso inizialmente scarno dal punto di vista delle novità in materia fiscale, il testo del decreto legge n. (Informazione Fiscale)

La notizia riportata su altri giornali

Per riconoscere le agevolazioni fiscali in precompilata l’Agenzia si avvale di dati che ottiene dalle farmacie, dai medici specialistici, dall’Inps, dalle università, dalle assicurazioni ecc. E cioè l’eliminazione dell’obbligo di documentare ciò che l’Agenzia delle entrate già sa. (Salernonotizie.it)

Dichiarazione precompilata, non servirà più presentare tutti gli scontrini in caso di modifica di una spesa di Raffaele Ricciardi. Un emendamento di Leu al decreto fiscale prevede che i controlli sulla precompilata (quindi l'obbligo di conservare i documenti delle spese) siano limitati alle voci modificate dai contribuenti (La Repubblica)

La proposta, infatti, prevede che in caso di presentantazione di 730 compilato con il sistema fai da te dal proprio computer oppure attraverso il datore di lavoro, non sia più essenziale conservare scontrini ed incartamenti vari. (il Giornale)

Non sarà più necessario conservare tutti gli scontrini e le ricevute se si presenta la dichiarazione del 730 precompilata fai da te o attraverso il datore di lavoro. Questo grazie a un emendamento di LeU al decreto sulla riforma fiscale. (Giornale di Sicilia)

La semplificazione è contenuta in un emendamento presentato da Leu al decreto su fisco e lavoro, sul quale ieri la Camera è stata chiamata a votare la fiducia. LA CORREZIONE. Con le regole attuali, chi poi lo invia così com’è, accettandolo quindi senza modifiche, si mette al riparo da successivi controlli formali dell’amministrazione fiscale. (Il Messaggero)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr