Coronavirus, prorogata la stretta sui viaggi all’estero fino al 30 aprile: dal 7 aprile sarà possibile viaggiare anche in Regno Unito, Austria e Israele

Coronavirus, prorogata la stretta sui viaggi all’estero fino al 30 aprile: dal 7 aprile sarà possibile viaggiare anche in Regno Unito, Austria e Israele
MeteoWeb ESTERI

Chi rientra in Italia da uno di questi Paesi o da quelli Ue dovra’ comunque obbligatoriamente sottoporsi a tampone (molecolare o antigenico) effettuato nelle 48 ore prima dell’ingresso in Italia e il cui risultato sia negativo, sottoporsi alla sorveglianza sanitaria e ad isolamento fiduciario per cinque giorni e al termine dell’isolamento effettuare un altro test.

Queste disposizioni prevedono pero’ anche specifiche deroghe, come ad esempio per chi effettua ingressi mediante voli ‘Covid-tested’

Con un’ordinanza del 2 aprile scorso il Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha prorogato fino alla fine del mese le limitazioni disposte dall’ordinanza 30 marzo per tutti coloro che hanno soggiornato o transitato nei quattordici giorni antecedenti all’ingresso in Italia in uno o piu’ Stati e territori europei. (MeteoWeb)

Su altri giornali

: Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Puglia, Toscana, Val d'Aosta Secondo quanto stabilito dal Ministero, la Calabria resterà in zona rossa per altri 15 giorni, fatta salva una nuova classificazione. (CityNow)

Stati "sicuri". A partire dal 7 aprile saranno classificati nell'Elenco C, come 'Stati sicuri', anche Austria (con limitazioni specifiche per chi arriva dalla Regione del Tirolo, dove resta la quarantena di due settimane), Israele, il Regno Unito e l'Irlanda del Nord. (Il Giorno)

I colori delle Regioni dopo Pasqua: Calabria ancora in rosso. L'ordinanza di Speranza

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha prorogato fino alla fine del mese le limitazioni disposte dall'ordinanza 30 marzo per tutti coloro che hanno soggiornato o transitato nei quattordici giorni antecedenti all'ingresso in Italia in uno o più Stati e territori Ue: tra questi, da come si legge nel nuovo elenco di Paesi presenti nell'allegato, viene invece inclusa dal 7 aprile anche l'Austria, Israele, il Regno Unito e l'Irlanda del Nord, dove dunque sarà possibile viaggiare senza motivazioni specifiche, così come avviene per gli altri Paesi dell'Europa. (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr