"Ritardi nei pagamenti": scatta l'allarme. Ma qualcosa nella Pa è già cambiato

ilGiornale.it ECONOMIA

"Come mai, nonostante i ritardi di pagamento stiano scendendo, il debito complessivo continua a crescere?

I dati della fattura elettronica vengono acquisiti dalla Piattaforma dei Crediti Commerciali (Pcc) che dovrebbe registrare tutti i pagamenti riconducibili alle transazioni commerciali della Pa"

"Sebbene i tempi medi di pagamento dopo l'emissione della fattura si siano accorciati, la questione rimane ancora irrisolta – ha aggiunto la Cgia- . (ilGiornale.it)

Su altre testate

Protagonista della vicenda - raccontata dal Secolo XIX, quotidiano del gruppo Gedi - un ex imprenditore edile originario di La Spezia da anni operante a Parma con la sua ditta. Ma il giudice del tribunale di Parma lo ha salvato grazie alla legge sul sovraindebitamento e lui pagherà solo 18mila euro da saldare a rate per cinque anni. (La Repubblica)

Ricordiamo che la legge stabilisce che per questi settori il pagamento deve avvenire entro 30 giorni dal ricevimento della fattura Tra i nostri principali competitor commerciali, evidenzia l'Associazione Artigiani e Piccole Imprese, lapresenta uno 0,8 per cento (in termini assoluti il debito è pari a 9,5 miliardi di euro), lal’1,4 per cento (33,2 miliardi di euro) e lal’1,6 per cento (54,2 miliardi di euro). (Rai News)

L’importo totale – precisa l’associazione – include la parte corrente ma non quella in conto capitale che, da una stima parziale, ammonterebbe ad altri 6-7 miliardi. Lo Stato non paga le imprese, il debito complessivo sale a 59 miliardi – Sebbene i tempi di pagamento della nostra Pubblica Amministrazione siano in calo, lo stock dei debiti commerciali è in costante aumento e sfiora ormai i 52 miliardi di euro. (Imola Oggi)

ha ricevuto dai fornitori fatture per 152,7 miliardi di euro. (In foto, il Palazzo delle Finanze a Roma). Recovery Bond, prima essione: tasso più alto del Bund (Sky Tg24 )

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr