Allarme da Israele: più facile hackerare un'auto che uno smartphone

La Gazzetta dello Sport ECONOMIA

Bene, anzi male: di punto in bianco potremmo diventare noi, nostro malgrado, gli attentatori lanciati a tutta velocità contro la folla

Che questo dispositivo tech vada protetto dagli attacchi hacker, invece, se ne sono accorti ancora solo gli esperti di cybersecurity.

Parliamo di rischi ben più seri, di vero e proprio "hacking" e cioè di violazioni a distanza dei sistemi operativi che governano l'elettronica delle nostre autovetture più moderne. (La Gazzetta dello Sport)

Se ne è parlato anche su altre testate

David riusciva dalla sua stanza ad aprire e chiudere le portiere delle auto, ad accendere i fari, a far suonare i clacson, ed accendeva anche le radio Egli ha scoperto da casa sua che è molto facile hackerare le Tesla, arrivando addirittura a violare 25 auto, in Stati del mondo diversi. (Motori News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr