il Covid gli ha fatto perdere 4cm

GameGurus ESTERI

Il Covid non rimpiccolisce

Le pene del pene.

In effetti, in alcuni casi, pazienti che hanno subito un decorso Covid grave hanno lamentato, tra gli altri sintomi ‘post Covid’, anche disfunzioni erettili.

Prima di ammalarsi, l’uomo intervenuto al programma Slate.com ha sostenuto che il suo pene fosse di dimensioni “sopra la media”.

Il racconto dell’uomo, che ha mantenuto il proprio anonimato, pare non sia così inverosimile, affermano gli urologi. (GameGurus)

Se ne è parlato anche su altri giornali

In effetti, in alcuni casi, pazienti che hanno subito un decorso Covid grave hanno lamentato, tra gli altri sintomi ‘post Covid’, anche disfunzioni erettili.Del resto, è noto che il COVID-19 in alcuni pazienti può influire sul flusso sanguigno in generale, cattiva circolazione e coaguli di sangue sono stati osservati in pazienti con quelle che vengono definite "dita dei piedi da COVID", quindi, perché no, anche sul flusso sanguigno al pene, e quindi sulla funzione erettile, vi potrebbero essere conseguenze. (Sputnik Italia)

Una volta sentiti i medici ha avuto la conferma che tale effetto sarebbe stato permanente, a causa del danno vascolare. Gli si ristringe l’organo genitale dopo aver contratto il Covid-19. Il giovane non poteva crederci, ma aveva capito che ciò sarebbe stato duraturo. (Notizie.it )

A portare un'incredibile testimonianza è stato anche un ragazzo di 30 anni che, dopo aver contratto il virus, ha raccontato: "Il mio organo si è ridotto di 4 cm!". Il racconto del 30enne: "Dopo il Covid non è più lo stesso". (Il Giornale d'Italia)

Inizia così il racconto di un trentenne americano, che in un podcast ha rivelato la particolare esperienza avuta dopo la positività al Covid nella scorsa estate. E poiché l’erezione è un evento che dipende dal flusso sanguigno, quando quei vasi sanguigni sono colpiti, si può avere la disfunzione erettile”. (Corriere dello Sport.it)

Prima di ammalarsi, l’uomo intervenuto al programma Slate.com ha sostenuto che il suo pene fosse di dimensioni “sopra la media”. Il Covid non rimpiccolisce. Tuttavia, sostengono gli esperti, sarebbe improprio parlare di vera e propria riduzione dell’organo (AdHoc News)

I ricercatori hanno trovato tracce del virus nel pene dei due uomini anche più di sei mesi dopo che i pazienti si erano ammalati. Incubo per un ragazzo di 30 anni. L’incubo di ogni uomo è accaduto ad un ragazzo di 30 anni. (ROMA on line)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr