Ecco il nuovo decreto, cade il reato penale ma si alzano le multe: non è previsto il sequestro del mezzo

Ecco il nuovo decreto, cade il reato penale ma si alzano le multe: non è previsto il sequestro del mezzo
ParmaToday ParmaToday (Interno)

Le misure, dispone il decreto, posso essere adottate dallo Stato, dalle regioni e gli altri enti territoriali, nei limiti delle materie di competenza.

Alle attività che non rispettano le norme può essere anche imposta la chiusura da un minimo di 5 ad un massimo di 30 giorni.

La notizia riportata su altre testate

La sanzione amministrativa dei 280 euro (se pagata entro 5 giorni) vale anche per chi, tornato dall'estero o avendo avuto contatti con casi certi di malattia, viola la quarantena volontaria. L'unica differenza rispetto al recente passato è che da ora in poi scatterà una sanzione amministrativa leggermente più alta al posto di una contravvenzione penale più bassa. (ilGiornale.it)

Per chi è in auto invece la multa viene aumentata fino a un terzo (600 euro), come scritto nel decreto 19 del 25 marzo 2020, adesso in vigore per tutti. Controlli polizia a Cuneo. E chi ha violato i divieti come minimo pagherà 200 euro, ovvero la metà della pena minima prevista. (La Stampa)

I sindaci non possono adottare, a pena di inefficacia, ordinanze contingibili e urgenti dirette a fronteggiare l'emergenza in contrasto con le misure statali". (QUOTIDIANO.NET)

La norma consente al trasgressore di pagare in misura ridotta l’importo minimo di 400 euro. Inoltre, al fine di evitare la prosecuzione o la reiterazione della violazione, l’organo di polizia può disporre la chiusura provvisoria dell’attività o dell’esercizio fino a 5 giorni. (ArezzoNotizie)

Devi attivare javascript per riprodurre il video. Dopo l'aumento delle sanzioni disposto dal governo Conte continuano a ritmi ancora più serrati i controlli delle forze dell'ordine, impegnate a far rispettare le norme-anticontagio adottate dall'esecutivo per arginare l'emergenza coronavirus. (PerugiaToday)

Il terzo itinerario passa in rassegna i 28 parchi cittadini per cui è stata emessa l’ordinanza di divieto di transito. In mattinata sono stati effettuati 25 controlli, di cui 13 a Ponte San Giovanni e Pontevalleceppi, otto a Ponte Felcino e Ponte Pattoli, quattro in via Settevalli e Pila. (Corriere dell'Umbria)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti