L'immunologo Mantovani: "Sul vaccino AstraZeneca aspettiamo altre analisi"

L'immunologo Mantovani: Sul vaccino AstraZeneca aspettiamo altre analisi
AGI - Agenzia Giornalistica Italia INTERNO

È un fenomeno nuovo da investigare". "In Gran Bretagna - conclude - ci sono stati 30 casi su 18 milioni di vaccinati con AstraZeneca: l’incidenza delle trombosi rare non è aumentata”

Mantovani sottolinea che “per ora l’analisi condotta da Ema sul vaccino Oxford AstraZeneca ha rassicurato sul fatto che non causi un aumento della frequenza di tromboembolia, aspettiamo ulteriori analisi”.

“Proprio la diminuzione delle piastrine – chiarisce Mannucci - ha generato il sospetto di un possibile legame con la vaccinazione in Germania, 31 casi su 2,7 milioni. (AGI - Agenzia Giornalistica Italia)

Se ne è parlato anche su altri media

Ma le ipotesi vanno poi verificate in studi prospettici rigorosi, altrimenti si rischia di dare tossicità ai pazienti» Intervistato dal Corriere della sera Alberto Mantovani, immunologo di fama mondiale e direttore scientifico dell'Istituto Humanitas di Milano, avanza così una nuova ipotesi per spiegare i rari casi di trombosi messi in relazione ad AstraZeneca (RagusaNews)

Covid, Mantovani: «Nuova cura e nuova ipotesi sulle trombosi Astrazeneca»
Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr