Covid, antivirali nelle farmacie

Covid, antivirali nelle farmacie
Sardegna Reporter INTERNO

Consegnare ora quelle dotazioni alle farmacie non avrebbe senso perché sguarnirebbe completamente gli ospedali”.

Ancora oggi il vaccino è la principale arma a nostra disposizione contro il Covid.

“È bene comunque ricordare che monoclonali e antivirali rappresentano importanti strumenti contro il virus, ma non si tratta di farmaci che possono essere dati a chiunque e devono seguire le necessarie valutazioni cliniche. (Sardegna Reporter)

Se ne è parlato anche su altri giornali

“Il presidente Yoon Suk-yeol – ha riferito il portavoce Kang In-sun in una nota – ha in programma di fornire vaccini e altre forniture mediche”, garantendo che “saranno tenuti a tal proposito discussioni con la parte nordcoreana sui dettagli”. (L'Unione Sarda.it)

Secondo la Kcna, "solo il 12 maggio circa 18.000 persone hanno avuto la febbre in tutto il Paese" e "al momento fino a 187.800 persone sono isolate e vengono curate". Il presidente sudcoreano Yoon Suk-yeol ha offerto l'invio di vaccini anti-Covid alla Corea del Nord. (Tiscali Notizie)

Pyongyang, 13 maggio 2022 - La Corea del Nord corre ai ripari contro l'ondata Covid che l'ha travolta nelle ultime settimane. Il presidente Yoon Suk-yeol ha offerto di inviare vaccini contro il Covid-19. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Covid: si aggrava situazione Corea Nord, altri 174 mila casi e 21 morti

Dopo aver rivendicato per oltre due anni di essere stato un Paese libero dal nuovo coronavirus, la Corea del Nord ha lanciato il sistema di controllo di “massima emergenza” Pyongyang ha dichiarato che sei persone sono morte – di cui una per la variante Omicron – a causa di una febbre che si è diffusa nel Paese “in modo esplosivo“, colpendo 350mila persone da fine aprile. (Il Fatto Quotidiano)

Secondo la dottoressa Sojin Lim, docente di Studi sulla Corea del Nord all’Università inglese di Central Lancashire, è in realtà possibile che la Corea del Nord non avesse avuto casi fino a questo focolaio. (VICE Italia)

(LaPresse/AP) – La Corea del Nord ha riportato 21 nuovi decessi e altre 174.440 persone con sintomi febbrili mentre il Paese tenta di rallentare la diffusione del Covid-19 tra la popolazione. La Corea del Nord ha dichiarato sabato che 243.630 persone sono guarite e 280.810 sono in quarantena. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr