Congo, ucciso ambasciatore italiano

Congo, ucciso ambasciatore italiano
RSI.ch Informazione INTERNO

Un gruppo di uomini armati ha attaccato, nella Repubblica democratica del Congo, un convoglio delle Nazioni unite.

Lo rivelano i ranger del Parco nazionale dei Virunga, citati da vari media tra cui il Jerusalem Post.

Sono stati uccisi: l'ambasciatore italiano Luca Attanasio, un carabiniere assegnato alla sua scorta e l'uomo alla guida del veicolo sul quale stavano viaggiando.

Il ministro degli Esteri italiano Luigi Di Maio ha invece appreso la notizia dei due decessi, mentre era al Consiglio dei ministri degli esteri dell'Ue di Bruxelles (RSI.ch Informazione)

Ne parlano anche altri media

Leggi anche Agguato all'ambasciatore in Congo, morto un carabiniere di stanza a Gorizia. . L'attacco al convoglio Onu nella Repubblica Democratica del Congo è avvenuto vicino alla città di Kanyamahoro intorno alle 10.15 L'ambasciatore è stato colpito «all'addome» ed è stato trasportato all'ospedale di Goma «in condizioni critiche». (Il Messaggero Veneto)

Il diplomatico italiano sarebbe stato colpito durante lo scontro a fuoco con i Rangers del Virunga, con gli attentatori che hanno proseguito scappando e portando con loro Iacovacci. Nel procedimento coordinato dal procuratore capo Michele Prestipino si procede per sequestro di persona con finalità di terrorismo: le indagini sono state delegate ai carabinieri del Ros (Il Riformista)

A circa 15 chilometri a nord di Goma, nel territorio del Nyiragongo, il convoglio Onu è stato attaccato da un commando, che poi ha rapito quattro persone. Quattro persone rapite, una sola ritrovata. Il Nord-Kivu, la zona in cui si trova la città di Goma, è una parte del Congo considerata instabile e in balia di gruppi armati ribelli, congolesi come stranieri. (Leggo.it)

"Luca, l'ambasciatore amico degli abbandonati: vi spiego il Congo"

Si è trattato di una sparatoria: Attanasio e Iacovicci sono stati colpiti e sono deceduti per le ferite riportate. La terza vittima è un autista che guidava uno dei mezzi del convoglio: ferito all'addome, è deceduto dopo l'arrivo in ospedale. (QUOTIDIANO.NET)

L'ambasciatore e il militare viaggiavano a bordo di una autovettura di un convoglio della Monusco, la missione dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per la stabilizzazione nella Repubblica Democratica del Congo (AGI - Agenzia Italia)

Ogni volta che ritorna a Palermo non vede l’ora di ripartire. Nei miei viaggi, ho avuto modo di conoscere tanta gente di buona volontà, proprio come l’ambasciatore Attanasio che amava l’umanità dimenticata e isolata. (Live Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr