Scatola nera, scatta l'obbligo: ecco come funziona

La Gazzetta dello Sport ECONOMIA

Dal 7 luglio 2024 la scatola nera dovrà essere presente in tutti i nuovi veicoli di prima immatricolazione

Scatola nera, scatta l'obbligo — Ma che cos'è e in cosa consiste la scatola nera?

Esattamente come previsto dal regolamento UE 2019/2144, l'adozione della scatola nera è obbligatoria a partire dal 6 luglio 2022 per tutti i veicoli di nuova omologazione.

Anche in quest'ultimo caso riguarda i veicoli di nuova omologazione, nulla cambia per quelli già in commercio né tantomeno per quelli già in circolazione. (La Gazzetta dello Sport)

Se ne è parlato anche su altre testate

Nonostante i nuovi obblighi introdotti dal Regolamento Ue, la scatola nera è già molto diffusa in Italia. A partire dal 6 luglio 2022, le auto di nuova omologazione devono obbligatoriamente avere la scatola nera di serie, dal 7 luglio 2024, invece, l'obbligo si estende anche alle auto di nuova immatricolazione. (Altroconsumo)

Di fatto la novità più importante è la presenza obbligatoria a bordo dei veicoli dell'Isa, l'Intelligence Speed Assistance. Il nuovo dispositivo che si troverà a bordo delle auto sarà integrato a un gps che saprà riconoscere i limiti di velocità e saprà agire di conseguenza regolando la velocità del veicolo. (Liberoquotidiano.it)

Le alte velocità, raggiunte con le auto, sono da sempre un problema che provoca incidenti, che possono trasformarsi avvolte anche in quelli mortali. Il modo studiato sembra questo, e così ora tutte le auto dovranno montare l’Intelligent Speed Assistance (Motori News)

Sarà obbligatorio su tutti i veicoli dal 2024. Dal 6 luglio le auto di nuova omologazione avranno come dotazione di serie uno speciale dispositivo che impedirà di superare il limite di velocità su qualsiasi strada in Europa. (Info Motori)

Secondo quanto riportano i testi approvati dal Parlamento Europeo, l’EDR registrerà dati in modo che siano “protetti da manipolazione e abusi” e i dati salvati potranno essere consultati soltanto dalle autorità nazionali per analizzare al meglio l’incidente. (Tom's Hardware Italia)

Intelligent Speed Assist (adattamento intelligente della velocità). Sulle singole tecnologie chiamate in causa si è generata un po’ di confusione. La prima cosa da chiarire è che interessa solo ed esclusivamente le nuove auto, quella che da ora in poi saranno introdotte sul mercato. (Punto Informatico)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr