Schianto moto-auto sul circuito contestato. Morto un collaudatore

QUOTIDIANO NAZIONALE INTERNO

L’incidente avvenuto ieri mattina sulla pista di collaudo Porsche di Nardò (Lecce), nel quale è morto il collaudatore Mattia Ottaviano , 36 anni, sarebbe stato causato da un improvviso cambio di corsia della moto che in quel momento il driver stava testando. L’impatto tra la Ducati Panigale che guidava e una Porsche Panamera non ha lasciato scampo all’uomo. Il conducente dell’auto è rimasto ferito. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Su altre fonti

È la prima forma di protesta decisa dalle segreterie provinciali di Cgil, Fiom e Filcams dopo la morte di Mattia Ottaviano. LECCE – Un’ora di sciopero per turno, con presidio davanti ai cancelli della Nardò Technical Center. (Corriere Salentino)

Dopo la morte del collaudatore 36enne, impiegato con la società tedesca … (La Repubblica)

Fin da bambino la sua vita è stata caratterizzata soprattutto dalla passione per i motori al punto che si faceva chiamare “desmo” perché desmosedici era un modello della Ducati. Difficile raccontare di Mattia Ottaviano, tanto più parlare di lui al passato, un bravo ragazzo, un marito esemplare, un figlio devoto alla sua famiglia, un amico prezioso e leale. (quotidianodipuglia.it)

Mattia Ottaviano, 35 anni originario di Tuglie, di professione collaudatore, ha perso la vita in un incidente durante un test. Secondo la prime ricostruzioni l'impatto sarebbe stato causato da un improvviso cambio di corsia della moto che stava testando. (inSella)

Il driver era a bordo di una moto Ducati Panigale quando ha impattato contro una Porsche Panamera, condotta da un altro collaudatore uscito illeso dall’incidente. (Il Gallo)

Mattia Ottaviano, 36 anni, di Tuglie, in Salento, è morto stamattina sulla pista di collaudo della Nardò Technical Center, il centro prove di proprietà Porsche gestito da Porsche Engineering. Ancora una morte sul lavoro che ha sollevato parecchie polemiche, con i sindacati sul piede di guerra. (leggo.it)