Rottamazione cartelle, ecco come fare con i debiti sotto i 5 mila euro

RagusaNews ECONOMIA

I debiti oggetto di Stralcio si intendono tutti automaticamente annullati in data 31 ottobre 2021

Sul sito Internet dell'Agenzia delle entrate-Riscossione è possibile verificare se i debiti ammessi alle predette definizioni agevolate possono essere oggetto di annullamento.

Se il contribuente ha più carichi iscritti a ruolo, conta l'importo di ciascuno: se i singoli carichi non superano i 5mila euro, possono quindi beneficiare tutti dell'annullamento. (RagusaNews)

Su altri media

L’assistenza, in videochiamata, va prenotata su appuntamento ed i primi appuntamenti online partono il 27 settembre. Anche per il FIsco è possibile ricevere assistenza online visto che l’Agenzia delle Entrate inaugura uno sportello con cui fornisce guida e assistenza ai contribuenti per l’esecuzione di operazioni semplici. (MetaNews)

I debiti oggetto di Stralcio si intendono tutti automaticamente annullati in data 31 ottobre 2021. Stralcio dei debiti fino a 5mila euro previsto dal «decreto Sostegni». Le regole dello Stralcio dei debiti fino a 5mila euro previsto dal «decreto Sostegni» sono state pubblicate (Gazzetta del Sud)

Il “minicondono” non varrà per tutti, ma, come previsto dal decreto, solo per i contribuenti con redditi imponibili inferiori a 30.000 euro. Nel concreto, la sanatoria potrebbe rivelarsi per il contribuente anche di molto superiore ai 5.000 euro. (CorrierediRagusa.it)

Non va, invece, sommato l’importo pari al rendimento nozionale previsto dalla disciplina relativa all’ACE in virtù di detto richiamo al reddito imponibile. 4, commi da 4 a 9, del decreto legge 22 marzo 2021, n. (Fiscoetasse)

I debiti oggetto di Stralcio si intendono tutti automaticamente annullati in data 31 ottobre 2021. Cos'è lo stralcio delle cartelle esattoriali. (Gazzetta del Sud)

Il “mini condono” non varrà per tutti ma – come previsto dal decreto – solo per i contribuenti con redditi imponibili inferiori a 30.000 euro. Il reddito preso in considerazione sarà quello maturato, per le persone fisiche, nell’anno di imposta 2019, mentre per gli altri soggetti, nel periodo d’imposta in corso alla data 31 dicembre 2019. (Cronache della Campania)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr