Test nasali: casi di bambini trasferiti in un'altra classe. Urzì: "Chiesti gli ispettori ministeriali"

Test nasali: casi di bambini trasferiti in un'altra classe. Urzì: Chiesti gli ispettori ministeriali
La Voce di Bolzano ECONOMIA

La foto dei bambini di una scuola elementare di Bolzano prelevati dalla loro classe e inseriti in una classe separata.

Ma la classe dei bambini senza nome, riuniti da diverse classi portati a seguire al rientro a scuola una didattica per forza di cose fuori dal percorso della propria classe di origine, fa indignare“.

Il minimo che qui noi abbiamo chiesto sono gli ispettori ministeriali“, conclude Urzì

“Inammissibile che in tutta Italia valga una regola e che solo in Alto Adige Kompatscher e i suoi assessori ritengano possa non valere. (La Voce di Bolzano)

Ne parlano anche altre fonti

A quel punto si arriva a chiamare le forze dell’ordine come accaduto in diverse scuole perché i docenti, giustamente, non sono la Corte Costituzionale. Così si sentono i docenti altoatesini in una giornata molto complicata dove ci sono stati i primi bambini esclusi da scuola perché non autorizzati dai genitori a fare il test nasale. (Alto Adige)

Dichiarazione redditi 2021: tutte le novità sulle spese detraibili e l’obbligo di tracciabilità Con l’arrivo della primavera si entra nel vivo della dichiarazione dei redditi. Indice PMI manifatturiero cos’è: A rilevare i segnali di. (La Voce di Bolzano)

Rifiutano i test nasali, primi bambini “esclusi” da scuola

Attualmente oltre 30.000 altoatesini con figli minorenni hanno attivato l’EuregioFamilyPass Alto Adige, da ora utilizzabile come carta vantaggi anche tramite l’applicazione. (La Voce di Bolzano)

E' invece atteso già in giornata un pronunciamento del Tar in riferimento alla richiesta di sospensione cautelare dei test nasali, che casomai avverrebbe con decreto monocratico. Intanto i test nasali finiscono davanti al Tar di Bolzano. (Alto Adige)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr