Clima: Visco: “Banche spinte a misurare rischi finanziari da mutamento climatico”

LaPresse ECONOMIA

Migliorare la valutazione di rischi finanziari legati al clima, facilitandone l’integrazione negli investimenti, richiede dunque di colmare le lacune nei dati, ampliandone la diffusione da parte delle imprese.

Una maggiore quantità e qualità delle informazioni sulla sostenibilità è fondamentale anche per garantire che il mercato funzioni in modo efficiente

Questo problema è in parte originato anche dalla mancanza di una definizione generalmente accettata del rischio di sostenibilità. (LaPresse)

La notizia riportata su altri media

(LaPresse) – “Il ricorso a fornitori esterni, soprattutto in ambito informatico, è in crescita e i rischi che possono derivarne per i singoli intermediari e per la stabilità finanziaria nel suo complesso sono da tempo all’attenzione degli organismi internazionali. (LaPresse)

(LaPresse) -“Dall’aumento dei prestiti ristrutturati e dei finanziamenti per i quali le banche hanno osservato un significativo incremento del rischio di credito potrebbe conseguire una crescita delle perdite su crediti, pur se verosimilmente inferiore a quanto avvenuto in precedenti episodi di crisi”. (LaPresse)

Erdogan ha ormai maturato un’esperienza non comune nel sostituire governatori della banca centrale turca colpevoli di voler tutelare non tanto l’autonomia dell’istituto di emissione quanto il loro rapporto con la realtà. (Domani)

(LaPresse) – “Il nuovo incremento dei contagi in Europa e in altri paesi sposta ancora in avanti la prospettiva post-Covid. Così Ignazio Visco, Governatore di Banca d’Italia, al simposio dell’Associazione Europea del Diritto Bancario e finanziario (LaPresse)

Si tratta della prima visita di Mohammed bin Zayed al Nahyan dal 2012. (LaPresse) Il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, ha accolto ad Ankara il principe ereditario di Abu Dhabi, Mohammed bin Zayed al Nahyan. (LaPresse)

Ma la crisi della lira turca agita i sonni del capo dello stato, al potere da oltre 18 anni. E a ottobre, l’inflazione è salita al 19,89%, per cui i tassi reali risultano negativi di quasi il 5%. (Investire Oggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr