La Procura di Marsala torna ad indagare sul caso di Denise Pipitone

La Procura di Marsala torna ad indagare sul caso di Denise Pipitone
Rai News INTERNO

I magistrati stanno cercando di capire se ci sono stati depistaggi o errori nell'inchiesta

Bimba scomparsa nel 2004 La Procura di Marsala torna ad indagare sul caso di Denise Pipitone La decisione dopo le rivelazioni dell'ex pm Angioni su presunti depistaggi o errori. Condividi. Si riapre anche dal punto di vista giudiziario la vicenda di Denise Pipitone, la bambina sparita da Mazara del Vallo l'1 settembre nel 2004. (Rai News)

Su altre testate

Fondamentale è evitare la comparsa o l'aggravarsi di uno stato di malnutrizione, adottando dei protocolli di nutrizione ad hoc in ospedale. Dalla review emerge infatti che l'obesità è un grave fattore di rischio per Covid-19. (Yahoo Notizie)

Come emerso durante la trasmissione "Mattino Cinque", nel corso di questi anni la botola non sarebbe mai stata analizzata. A distanza di 17 anni emergono nuovi elementi sulla vicenda della piccola Denise Pipitone, la bimba di 4 anni scomparsa a Mazara del Vallo nel settembre 2004. (Giornale di Sicilia)

Denise Pipitone, spunta una pista mai considerata: giallo sulla telefonata di Anna Corona

Fra i primi atti del nuovo fascicolo c’è stata ieri l’audizione dell’ex pm Maris Angioni che indagò sulla scomparsa della piccola denise.Nei giorni scorsi l’ex pm ha dichiarato di avere avuto il sospetto di fughe di notizie sull’inchiesta e in particolare che le persone intercettate sapessero di avere i telefoni intercettati Due le ipotesi: depistaggio e fuga di notizie. (LaPresse)

Ad occuparsi del giallo mai risolto ancora una volta la trasmissione Domenica in condotto da Mara Venier che ha intervistato proprio la mamma Piera Maggio. Dopo il caso russo della ragazza che pensava di essere proprio Denise, le intercettazioni e le testimonianze oggi iniziano ad acquistare un significato differente perché trattate con maggiore lucidità rispetto l’inizio del caso. (Yeslife)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr