Scuola e Covid, il piano d’attacco delle Regioni contro i contagi: torna il «metro di distanza»

Scuola e Covid, il piano d’attacco delle Regioni contro i contagi: torna il «metro di distanza»
Corriere della Sera INTERNO

A decidere sono naturalmente i contagi. Arriva dalla Conferenza delle Regioni la prima bozza di indicazioni operative per affrontare il nuovo anno scolastico.

La seconda fase individuata è quella in cui le misure vengono implementate sulla base di eventuali esigenze di sanità pubblica di contenimento della circolazione del virus

di Valentina Santarpia. Una prima fase «light» che consenta a chi ha sintomi respiratori lievi di entrare in classe. (Corriere della Sera)

La notizia riportata su altri giornali

In caso si comunichino sintomi respiratori lievi ma l’assenza di febbre, sarà possibile frequentare in presenza indossando la mascherina. Per tutti i presenti a scuola rimangono invariate le regole base rispetto alla sanificazione delle mani e all’aerazione degli ambienti. (alfemminile.com)

Così come già detto nelle scorse ore, le linee guida dell’Istituto Superiore di Sanità certificano l’addio all’obbligo dei dispositivi di protezione per studenti e personale scolastico. Infine aggiunge: “Occorre un ulteriore sforzo per implementare l’installazione di impianti per la ventilazione meccanica controllata nelle aule (Orizzonte Scuola)

Il documento dell’Istituto Superiore di Sanità sul rientro in classe invece parla tutt’altro che chiaro su questo tema e lascia decidere autonomamente alle scuole che, per evitare di prendersi la responsabilità, probabilmente lasceranno l’obbligo. (CittaDellaSpezia)

Scuola, rientro a settembre senza mascherine

Tra le misure di prevenzione base igiene delle mani, areazione degli ambienti e sanificazione periodica delle aule. Ad esempio, distanziamento di almeno un metro o adozione di maggiori precauzioni negli orari e negli ambienti più affollati. (San Marino Rtv)

La situazione in gran parte è rimasta immutata". IPA/Fotogramma. E ancora, in caso di recrudescenza della pandemia, le linee guida raccomandano il distanziamento interpersonale di un metro tra gli studenti in classe. (Sky Tg24 )

E' dimostrato che questo strumento abbatte i casi di positività al temibile virus tra il 40% e l'82,5%" E l’obbligo delle mascherine, a meno di un cambiamento di orientamento legislativo, scadrà con la fine dell’anno scolastico 2021/22. (newsbiella.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr