Pfizer: l'antibiotico Azitromicina (Zitromax) tornerà disponibile alla fine di febbraio

Pfizer: l'antibiotico Azitromicina (Zitromax) tornerà disponibile alla fine di febbraio
Gazzetta del Sud SALUTE

Il medicinale «tornerà disponibile alla fine del mese di febbraio».

In merito alla carenza del farmaco Zitromax (azitromicina), Pfizer informa di aver già provveduto a comunicare all’AIFA, il 3 gennaio 2022 e 12 novembre 2021, rispettivamente, l’indisponibilità della formulazione in compresse da 500mg e della polvere per sospensione orale da 200mg/5ml

La carenza dell’antibiotico Azitromicina è dovuta ad una «elevata richiesta, superiore alle stime e alla consueta domanda». (Gazzetta del Sud)

Ne parlano anche altri media

«Esistono le linee guida dell’Aifa». Certo, ammette Tobia, «è chiaro che molti ci dicono “me l’ha prescritto il medico per la terapia Covid”. L’Aifa rammenta più in generale che «gli antibiotici non sono efficaci per il trattamento di nessuna infezione virale, inclusa l’influenza stagionale» (Secolo d'Italia)

Una nota dell’Agenzia Italia del Farmaco ha fatto chiarezza dopo che, in tutta Italia, sono risultate esaurite le scorte di Zitromax, farmaco utilizzato per la cura della malattia. DIRETTA. La nota apparsa sul sito web ufficiale specifica che la stessa Aifa, sin dall’inizio della pandemia “ha scoraggiato fortemente l’uso dell’azitromicina per il Covid”. (Sky Tg24 )

Sputnik Italia [email protected] +74956456601 MIA „Rosiya Segodnya“ 252 60. 2022. Sputnik Italia [email protected] +74956456601 MIA „Rosiya Segodnya“ 252 60. Notiziario. it_IT. Sputnik Italia feedback. (Sputnik Italia)

Terapie Domiciliari Covid, Pignataro sullo Zitromax: “adesso introvabile, ma io fui sbeffeggiato. La verità sta pian piano emergendo”

La difficoltà nel reperimento del medicinale e' dovuta all'enorme utilizzo negli ultimi 2 mesi legato all'aumento dei contagi e probabilmente - spiegano le stesse fonti - all'accaparramento anche da parte di chi non ha contratto la malattia ma ha timore del contagio (Ansa)

Fin dall’inizio della pandemia, AIFA ha scoraggiato fortemente l’uso dell’azitromicina per il COVID. Esistono evidenze chiare e inequivocabili per non utilizzare più in alcun modo azitromicina o altri antibiotici nel trattamento del COVID-19, come chiaramente indicato da tutte le linee-guida internazionali per il trattamento dell’infezione da SARS-CoV-2. (vulturenews.net)

Il medico fa parte del gruppo Terapie Domiciliari Covid che cura i pazienti e fornisce un supporto psicologico. Ecco la risposta a distanza di nove mesi: azitromicina introvabile!!!!! (StrettoWeb)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr