Decathlon annuncia l'apertura di due nuovi negozi a Palermo

Mobilita Palermo ECONOMIA

Durante la cerimonia di presentazione alla stampa del nuovo punto vendita Decathlon, Giancarlo Guzzi, responsabile sviluppo ha annunciato che l’espansione nell’area palermitana è tutt’altro che terminata. L’azienda francese si è giá messa alla ricerca dei prossimi punti vendita proprio in città.

Siamo fieri di aggiungere ai 6 negozi già aperti sull’Isola questo nuovo punto di incontro per sportivi e sportive”

L’intenzione è quella di avere un punto vendita in centro e uno lato forum Palermo (Mobilita Palermo)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Countdown per l'apertura di Decathlon a Carini, all'interno del centro commerciale Poseidon. "Siamo felicissimi - dichiara Antonino Castelluccio leader store Decathlon Carini -, apriremo il nostro settimo punto vendita nella nostra amata Sicilia e lo faremo dentro al centro Poseidon che ringraziamo per l'accoglienza. (Giornale di Sicilia)

Per questo, riteniamo che non debba essere un privilegio di pochi ma accessibile al maggior numero di persone possibile - afferma Antonino Castelluccio, Store Manager di Decathlon Carini -. (ITALPRESS) - Proseguono i piani di sviluppo di Decathlon in Sicilia, che inaugura il nuovo store di Carini (PA) con una conferenza stampa alla presenza del sindaco Giuseppe Monteleone. (Tiscali Notizie)

L'apertura del settimo punto vendita siciliano a Carini e il rilancio del progetto di investimento a Palermo, con due punti vendita. (La Repubblica)

Il punto vendita si estende per 3500mq. Il punto vendita si estende per una superficie di 3500mq e da lavoro a a 56 collaboratori, la maggior parte giovani ventenni e trentenni. (Livesicilia.it)

Laghezza sbarca nelle rinnovabili e con INTEGRA punta sull’innovazione. Laghezza sbarca nelle rinnovabili e con INTEGRA punta sull’innovazione – Il Gruppo Laghezza diversifica ulteriormente la sua attività ponendo la barra al centro su un progetto di sviluppo del settore della transizione energetica. (Sardegna Reporter)

Entro il 2026 si conta di arrivare al 100% di merce eco-ideata, al 100% di prodotti riparati e di utilizzare al 100% energia proveniente da fonte rinnovabile.Ecco il video del "grande momento" (Balarm.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr