Caso Regeni, l’udienza preliminare dei quattro 007 egiziani slitta al 25 maggio

Caso Regeni, l’udienza preliminare dei quattro 007 egiziani slitta al 25 maggio
Più informazioni:
LaPresse INTERNO

Il rinvio è legato al legittimo impedimento di uno dei difensori di ufficio degli imputati, per un caso Covid.

Sono tutti accusati di sequestro di persona, e il solo Magdi Ibrahim Abdelal Sharif risponde anche di lesioni e concorso nell’omicidio del ricercatore friulano ucciso nel 2016 a Il Cairo.

Le loro posizioni sono difese da avvocati d’ufficio e uno dei nodi che dovrà sciogliere il gup in vista del processo è legato proprio alla ‘mancata notifica’

L’udienza preliminare, a oltre cinque anni dal sequestro e l’omicidio di Giulio, riguarda quattro agenti appartenenti ai servizi segreti egiziani: Tariq Sabir, e di Athar Kamel Mohamed Ibrahim, Uhsam Helmi, Magdi Ibrahim Abdelal Sharif. (LaPresse)

La notizia riportata su altre testate

Così il Comitato "Siamo tutti Regeni", nel presidio organizzato davanti al tribunale. Tutti noi siamo stati una scorta mediatica e chiedo a tutti di continuare a seguire il processo nello stesso modo e svelare mandanti nazionali e internazionali. (LaPresse)

Caso Regeni, avvocato 007 egiziano: “Mi aspetto processo sereno”

Così il legale degli agenti della sicurezza egiziana. (LaPresse) – “Mi aspetto un processo sereno, che si faccia un procedimento come va fatto e qualora non ci sia un rinvio che il giudice valuti tutte le questioni anche preliminari. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr