L’Italia di Mussolini dietro l’attentato al re britannico Edoardo VIII nel 1936

Corriere della Sera Corriere della Sera (Esteri)

Ora lo storico Larman ha scoperto, negli archivi del Balliol College di Oxford, il memoriale di McMahon: e ha anticipato al Guardian che l’attentatore confessava di essere stato reclutato dall’Italia mussoliniana e che aveva invano tentato di avvertire i servizi segreti britannici.

Se ne è parlato anche su altre testate

Larman ha suggerito che la storia di McMahon era così scandalosa che "la cosa migliore che l'establishment potesse fare era essenzialmente neutralizzarlo come cercatore di attenzione". Tuttavia, Alexander Larman afferma che potrebbe esserci effettivamente stato un complotto e che l'intelligence britannica ne era probabilmente consapevole. (Sputnik Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr