Inaugurato a Codogno il memoriale per le vittime di Covid

Inaugurato a Codogno il memoriale per le vittime di Covid
LaPresse INTERNO

Sul palco gli interventi del governatore Fontana e del sindaco Passerini. (LaPresse) Un memoriale è stato inaugurato nella cittadina di Codogno, nel lodigiano, dove un anno fa è stato scoperto il primo caso di coronavirus in Italia.

Sul palco gli interventi del governatore Fontana e del sindaco Passerini

Durante una cerimonia speciale alla quale hanno partecipato i funzionari comunali, la struttura è stata benedetta mentre è stata deposta una corona di fiori alla base della struttura. (LaPresse)

Ne parlano anche altre fonti

Le settimane di sacrifici e di clausura, il senso di resilienza della capitale della Bassa Lodigiana, l’anniversario della «scoperta» del primo paziente italiano esattamente un anno fa sono stati ricordati domenica mattina all’inaugurazione del memoriale Covid di via Collodi. (Corriere della Sera)

Si è trattato del primo caso registrato in Lombardia e in Italia. Le condizioni del 38enne erano molto gravi. (vistanet)

Ritorno a Codogno un anno dopo: “Sembrava la guerra. All’improvviso militari in strada, angoscia,…

E se questo è vero, e vero anche rispetto alla campagna di vaccinazione: un diritto non un privilegio di pochi. Oggi, nel corso della cerimonia per la prima Giornata Nazionale del personale sanitario, quella data rimbalza nei discorsi istituzionali sottolineando i grandi passi avanti fatti dalla scienza con il vaccino. (Il Lametino)

“All’inizio abbiamo sofferto di essere così stigmatizzati e di essere considerati untori – racconta la signora Antarelli – ma poi abbiamo dimostrato a tutti che eravamo un esempio da seguire”. Un anno fa le sue strade sono le prime in Italia a svuotarsi dopo la scoperta del cosiddetto paziente uno, il 38enne Mattia Maestri. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr