Leonardo, balzo di vendita armi a livello mondiale • Prima Pagina Online

Prima Pagina Online ECONOMIA

Leonardo protagonista di un netto balzo di vendita di armi. L’azienda italiana attiva nei settori della difesa, dell’aerospazio e della sicurezza si posiziona al primo posto in Europa e al dodicesimo posto nel mondo. Leonardo, balzo di vendita armi a livello mondiale L’azienda italiana Leonardo è il primo produtture di armi in Europa e il dodicesimo nel mondo. Nel vecchio continente precede la francese Thales (Prima Pagina Online)

La notizia riportata su altre testate

Il risultato è una domanda bellica superiore all’offerta, con una pressione dei governi soprattutto europei a invocare “un’economia di guerra” per velocizzare le catene di montaggio. Gli eserciti chiedono più armi di quante le fabbriche riescano a produrre. (la Repubblica)

Una nuova corsa agli armamenti. Le vendite di armi e servizi militari nel 2021 da parte delle 100 maggiori società di difesa del mondo sono aumentate dell'1,9% a 592 miliardi di dollari. (Euronews Italiano)

Leonardo è prima nella classifica di Sipri (istituto internazionale di ricerca sulla pace di Stoccolma) per ricavi da vendita di armi in Europa. Per Leonardo la vendita di armi rappresenta l'83% dei suoi ricavi totali e solo nel 2021 i ricavi del gruppo italiano sono aumentati del 18% rispetto all'anno precedente. (Money.it)

Una nuova corsa agli armamenti. Lo confermano i dati del rapporto annuale dello Stockholm International Peace Research Institute (SIPRI). (Yahoo Notizie)

L’ultimo report pubblicato dall’Istituto internazionale di ricerche sulla pace di Stoccolma (Sipri) rileva infatti come la crescita della vendita di armi e servizi a carattere militare forniti dalle 100 maggiori industrie del settore nel 2021 abbia toccato un fatturato record di 592 miliardi di dollari e quindi registrato un aumento dell’1,9 % in termini reali rispetto al 2020. (L'Espresso)

Le vendite di armi e servizi militari nel 2021 da parte delle 100 maggiori società di difesa del mondo sono aumentate dell'1,9% a 592 miliardi di dollari. Lo confermano i dati del rapporto annuale dello Stockholm International Peace Research Institute (SIPRI). (Yahoo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr