Sofagate. Erdogan, Ursula von der Leyen, Michel e la sedia mancante | Il Caffè di Gramellini

Sofagate. Erdogan, Ursula von der Leyen, Michel e la sedia mancante | Il Caffè di Gramellini
Corriere della Sera INTERNO

Adesso sappiamo che anche Michel è Michel.

Il despota turco riceve a palazzo i due presidenti d’Europa, Ursula von der Leyen (Commissione) e Charles Michel (Consiglio), ma di sedie per gli ospiti ce n’è una sola.

Che Erdogan fosse Erdogan, lo si sapeva.

A rigor di cerimoniale spetterebbe a von der Leyen, e non in quanto donna, ma per la maggiore rilevanza politica del suo ruolo.

Per un attimo spero che von der Leyen schiaffeggi quei due maschi inutilmente alfa, ma è una signora di buone maniere e contiene il suo imbarazzo nei limiti di un suono onomatopeico: «Ehm»

(Corriere della Sera)

La notizia riportata su altri media

Michel aveva sottolineato che in quel momento «un’eventuale reazione avrebbe messo in dubbio il lungo lavoro diplomatico che aveva preparato la nostra visita» o ancora «un atteggiamento paternalista nei confronti della signora von der Leyen». (Corriere della Sera)

Nella sua conferenza stampa in cui ha parlato di riaperture, vaccini contro il Covid e Recovery Plan il presidente del Consiglio Mario Draghi ha affrontato anche l’episodio avvenuto lunedì ad Ankara in Turchia quando durante un incontro con il presidente Erdogan la presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, è rimasta senza un posto dove sedersi. (Corriere della Sera)

«Non condivido assolutamente le posizioni del presidente Erdogan – ha detto ieri il premier Draghi in conferenza stampa–. La Turchia rimanda all’Unione europea le accuse per quello che è stato battezzato “SofaGate”: nessuna discriminazione di genere contro la presidente della Commissione, Ursula von der Leyen, costretta a sedersi in disparte all’incontro con gli omologhi Recep Tayyip Erdogan e Charles Michel. (Gazzetta di Modena)

Erdogan, Charles Michel sulla sedia negata a von der Leyen: "Non ci dormo più la notte"

Lite Ankara-Roma su Von der Leyen di Gabriella Colarusso 08 Aprile 2021 di Gabriella Colarusso. Non è solo von der Leyen a essere gelida verso il collega, ma anche buona parte dell'establishment europeo. (la Repubblica)

L’atteggiamento paternalista e l’incidente politico. Sul fatto che non si sia seduto accanto a von der Leyen o non le abbia lasciato il posto sulla poltrona, Michel replica che “ho avuto qualche secondo per decidere l’atteggiamento da avere. (Blitz quotidiano)

Tra Ursula von der Leyen e Charles Michel, chi comanda, è lei. Michel e von der Leyen, Presidente e Presidentessa dei massimi organi di governo d’Europa, avanzano accanto verso le due poltrone. (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr